Crea sito
TOP

DONA PER LE POPOLAZIONI DEL LAZIO ( E CENTRO ITALIA ) COLPITE DAL SISMA 2016

PUOI DONARE PER LE POPOLAZIONI

DEL LAZIO

( E CENTRO ITALIA )

COLPITE

DAL TERREMOTO 2016

CLICCANDO IL TASTO :

” DONAZIONE  ”  A DESTRA 

OPPURE DIRETTAMENTE ATTRAVERSO

 QUESTO CODICE IBAN :

IT85D0760105138262581162585

SPECIFICANDO NELLA CAUSALE :

DONAZIONE  TERREMOTO LAZIO

Read More
TOP

AVVISO IMPORTANTE / IMPORTANT NOTICE….

………….

 

SE NEL CERCARE LA CHIESA CRISTIANA EVANGELICA PENTECOSTALE ( FOLIGNO ) 

NON APPARE QUESTO BLOG

DIFFIDATE

IL NOSTRO SITO  :

www.chiesaevfoligno.altervista.org

( SITO UFFICIALE )

LE CHIESE CRISTIANE EVANGELICHE PENTECOSTALI

RICONOSCIUTE E OPERANTI A FOLIGNO SONO

  CHIESA CRISTIANA EVANGELICA      

                                   PENTECOSTALE

                     ( VIA DEL LICEO N° 3 FOLIGNO )

      Riconosciuta dallo Stato Italiano : N° Registrazione 853 Vol. 3 del 13 Marzo 2008              

                

                                         E

                     CHIESA CRISTIANA EVANGELICA 

ADI : ASSEMBLEE DI DIO IN ITALIA

VIA SABOTINO N° 3 FOLIGNO

                                            NOTA


Questo articolo e’ solo per la protezione dell’onore delle comunità , ogni riferimento a cose e persone è puramente casuale . QUESTO ARTICOLO NON E’ AUTORIZZATO NELLO SCARICANENTO E/ O COPIA INCOLLA SU ALTRI SITI O PER USO PERSONALE O PER USO DI DIFFAMAZIONE . Nel caso contrario verrà segnalato come ABUSO alle autorità competenti  (altro…)

Read More
TOP

HOME PAGE.

 

   CHIESA  

 

  CRISTIANA EVANGELICA

 

PENTECOSTALE

 

” Assemblea di Dio in Missione “

 

   VIA DEL LICEO N° 3 FOLIGNO

RICONOSCIUTA DALLO STATO ITALIANO : N° Registr.853. Vol. 3 del 13 Marzo 2008 …. ..

…….

RADIO EVANGELO FOLIGNO ( CLICCA QUI' )                                                    cuore

RADIO EVANGELO FOLIGNO ( CLICCA QUI’

 

 

 

 

RadioeVlive

 

 

 

Con questo sito non intendiamo presentare una nuova religione... ma ti presentiamo Colui che desidera essere il Salvatore della tua vita. Se CREDI vedrai la gloria di Dio realizzarsi nella tua vita da Lui trasformata! 

 

Banner animato

 

 

SCEGLI UN VIDEO CRISTIANO CLICCA

 

           RICHIEDE REAL PLAYER

 

 

 

BENVENUTO NEL BLOG DELLA :

                            

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA   

             PENTECOSTALE 

  ” Assemblea di Dio in Missione “

                    Come si usa il Blog:

 sulla barra troverai varie opzione come

” LINK ” cliccando ti collegherai con vari siti Evangelici :

Con musica , video testimonianze , studi Biblici ecc.

A destra  troverai ” Categorie ” dove cliccando potrai trovare  il nostro editoriale .

IN ALCUNE PAGINE ,IN ALTO , CLICCANDO ” AGGIUNGI UN COMMENTO ” PUOI LASCIARE UN TUO PENSIERO , IL TUO INDIRIZZO LA TUA E-MEIL ECC  PUOI USARE IL FORUM PER LE TUE DISCUSSIONI ,SARAI CONTATTATO AL PIU’ PRESTO

                      Buona Navigazione

                

 ” Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il Suo Unigenito Filglio affinchè chiunque crede in Lui non perisca , ma abbia vita Eterna “   

( Vangelo di Giovanni 3:16 )

                                  

 

………………………

Read More
TOP

OGGI SABATO 27 AGOSTO 2016 EVANGELIZZAZIONE

 OGGI SABATO 27 AGOSTO 2016

EVANGELIZZAZIONE

 

 

Read More
TOP

VISITA E CONSEGNA VIVERI ALLE ZONE TERREMOTATE DEL LAZIO

TUTTO ALLA GLORIA DI DIO
OGGI : ZONA TERREMOTATA : AMATRICE :
LA CHIESA CRISTIANA.EVANGELICA. PENTECOSTALE DI FOLIGNO,IN COLLABORAZIONE

CON LE ADI DI PERUGIA HANNO CONSEGNATO ALLE ZONE TERREMOTATE

VIVERI DI PRIMA NECESSITA’: 396 LITRI DI LATTE,
256 SCATOLE DI LEGUMI ,
OLTRE A 100 KG DI PASTA ,
OLIO ,
INDUMENTI,
INTIMO, SCARPE, COPERTE,
MATERIALE PER L’IGIENE PERSONALE ….
PREGHIAMO PER QUESTE FAMIGLIE HANNO PERSO TUTTO.

 

IMG_20160825_152433IMG_20160825_142607IMG_20160825_142602IMG_20160825_135954IMG_20160825_135032IMG_20160825_135042IMG_20160825_141857 IMG-20160825-WA0009IMG-20160825-WA0011IMG_20160825_141857IMG_20160825_141846IMG-20160825-WA0010

Read More
TOP

SABATO 11 GIUGNO 2016 ALLE ORE 18.00 FILM: LA STANZA DELLA GUERRA

LE ARMI DEL CUORE

LE ARMI DEL CUORE

Read More
TOP

IL NOSTRO INGRESSO NELLE CCPI : LE CHIESE CRISTIANE EV.PENTECOSTALI ITALIANE


……………….

 Chiesa Cristiana Pentecostale Italiana ( CCPI )Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale ( Foligno )

LA CHIESA CRISTIANA EVANGELICA PENTECOSTALE

IN VIA DEL LICEO N° 3 FOLIGNO, E’ LIETA 

DI ANNUNCIARE IL SUO INGRESSO A FAR PARTE

DELL’ORGANISMO DELLE CCPI

ccpi immagine( LE CHIESE CRISTIANE EVANGELICHE

  PENTECOSTALI ITALIANE ) 

LA CHIESA VIENE RAPPRESENTATA DAVANTI ALLO STATO IN TUTTA LA SUA LEGALITA’

RINGRAZIAMO IL SIGNORE PER QUELLO CHE HA FATTO PER NOI,            

                                                                              RINGRAZIAMO 

IL DIRETTIVO DELLE CCPI, E PREGHIAMO IL SIGNORE AFFINCHE’ INSIEME 

POSSIAMO CRESCERE, E COSI PORTARE AVANTI L’OPERA SUA NEL POSTO NEL QUALE 

CI HA CHIAMATI

 1° GIOV 1:7 Ma se camminiamo nella luce, com’egli

è nella luce, abbiamo comunione l’uno con l’altro,

e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.

 

 

Read More
TOP

REGOLAMENTO INTERNO

                    logo pentecostale ok

LA CHIESA

CRISTIANA EVANGELICA PENTECOSTALE 

DI FOLIGNO ( VIA DEL LICEO N° 3 )

E’ FORMATA DA PERSONE SALVATE PER GRAZIA ATTRAVERSO LA CROCE E IL SANGUE DI GESU’
IL NOSTRO CAMMINO E’ NELL’UMILTA’
E NELLA SOTTOMISSIONE A DIO, ALLA PAROLA ,E ALLA CHIESA 

                 RIPORTIAMO IL NOSTRO REGOLAMENTO INTERNO DA LEGGERE SCRUPOLOSAMENTE

 

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA PENTECOSTALE

                                   ” ASSEMBLEA DI DIO IN MISSIONE “

Siamo una Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale ” Assemblea di Dio in Missione ” La nostra visione è di un ritorno

alla fonte Biblica del Cristianesimo , alla fede della Chiesa Cristiana, fedele all’insegnamento di  ” TUTTO IL VANGELO ”

Articoli di Fede

CREDIAMO  ED ACCETTIAMO L’INTERA BIBBIA COME LA ISPIRATA

PAROLA DI DIO, UNICA, INFALLIBILE ED AUTOREVOLE REGOLA DELLA

NOSTRA FEDE E DELLA NOSTRA CONDOTTA (II TIMOTEO 3:15-17; II

PIETRO 1:21; ROMANI 1:16; I TESSALONICESI  2:13).

CREDIAMO NELL’UNICO VERO DIO, ETERNO, ONNIPOTENTE,CREATORE

E SIGNORE DI TUTTE LE COSE E CHE NELLA SUA UNITÀ VI SONO TRE

DISTINTE PERSONE: PADRE, FIGLIUOLO E SPIRITO SANTO (EFESINI 4: 6;

MATTEO 28:19; LUCA 3:21,22; I GIOVANNI 5:7).

CREDIAMO CHE IL SIGNORE GESÙ CRISTO FU CONCEPITO DALLO

SPIRITO SANTO ED ASSUNSE LA  NATURA UMANA IN SENO DI MARIA

VERGINE. VERO DIO E VERO UOMO (GIOVANNI 1:1, 2, 14; LUCA 1:34, 35;

MATTEO 1:23).

CREDIAMO NELLA SUA VITA SENZA PECCATO, NEI SUOI MIRACOLI,

NELLA SUA MORTE VICARIA, COME “PREZZO DI RISCATTO PER TUTTI”

GLI UOMINI, NELLA SUA RESURREZIONE, NELLA SUA ASCENSIONE

ALLA DESTRA DEL PADRE, QUALE UNICO MEDIATORE, NEL SUO

PERSONALE ED IMMINENTE RITORNO PER I REDENTI E POI SULLA

TERRA IN POTENZA E GLORIA PER STABILIRE IL SUO REGNO (I PIETRO

2:22; II CORINZI 5:21; ATTI 2:22; I PIETRO 3:18; ROMANI 1:4; 2:24; I CORINZI

15:4; ATTI 1:9-11; GIOVANNI 14:1-3; I CORINZI 15:25; I TIMOTEO 2:5).

CREDIAMO  ALL’ESISTENZA DEGLI ANGELI CREATI TUTTI PURI E CHE

UNA PARTE DI QUESTI, CADUTI IN UNA CORRUZIONE E PERDIZIONE

IRREPARABILE, PER DIRETTA AZIONE DI SATANA, ANGELO RIBELLE,

SARANNO CON LUI ETERNAMENTE PUNITI (MATTEO 25:41;

EFESINI 6:11,12).

CREDIAMO  CHE SOLTANTO IL RAVVEDIMENTO E LA FEDE NEL

PREZIOSO SANGUE DI CRISTO, UNICO SOMMO SACERDOTE, SIANO

INDISPENSABILI PER LA PURIFICAZIONE DAL PECCATO DI CHIUNQUE

LO ACCETTA COME PERSONALE SALVATORE E SIGNORE (ROMANI 3:22-

25; ATTI 2:38; I PIETRO 1:18, 19; EFESINI 2:8).

CREDIAMO CHE LA RIGENERAZIONE (NUOVA NASCITA) PER OPERA

DELLO SPIRITO SANTO È ASSOLUTAMENTE ESSENZIALE PER LA

SALVEZZA (GIOVANNI 3:3; I PIETRO 1:23; TITO 3:5).

CREDIAMO ALLA GUARIGIONE DIVINA, SECONDO LE SACRE

SCRITTURE MEDIANTE LA PREGHIERA, L’UNZIONE DELL’OLIO E

L’IMPOSIZIONE DELLE MANI (ISAIA 53:4, 5; MATTEO 8:16, 17;

I PIETRO  2:24; MARCO 16:17, 18; GIACOMO 5:14-16).

CREDIAMO AL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO, COME ESPERIENZA

SUSSEGUENTE A QUELLA DELLA NUOVA NASCITA, CHE SI MANIFESTA,

SECONDO LE SCRITTURE, CON IL SEGNO INIZIALE DEL PARLARE IN

ALTRE LINGUE E, PRATICAMENTE, CON UNA VITA DI PROGRESSIVA

SANTIFICAZIONE, NELL’UBBIDIENZA A TUTTA LA VERITÀ DELLE SACRE SCRITTURE,

NELLA POTENZA DELL’ANNUNCIO DI “TUTTO

L’EVANGELO” AL MONDO (ATTI 2:4; 2:42-46; 8:12-17; 10:44-46; 11:14-16;

15:7-9; 19:2-6; MARCO 16:20; GIOVANNI 16:13; MATTEO 28:19, 20).

CREDIAMO AI CARISMI E AI DONI DELLO SPIRITO SANTO NELLA

VITA DEI CRISTIANI CHE, NELL’ESERCIZIO DEL SACERDOZIO

UNIVERSALE DEI CREDENTI, SI MANIFESTANO PER L’EDIFICAZIONE,

L’ESORTAZIONE E LA CONSOLAZIONE DELLA COMUNITÀ CRISTIANA E,

CONSEGUENTEMENTE, DELLA SOCIETÀ UMANA (I° CORINZI 12:4-11;

GALATI 5:22; EBREI 13:15; ROMANI 12:1).

CREDIAMO  AI MINISTERI DEL SIGNORE GLORIFICATO, QUALI

STRUMENTI AUTOREVOLI DI GUIDA, D’INSEGNAMENTO, DI

EDIFICAZIONE E DI SERVIZIO NELLA COMUNITÀ CRISTIANA,

RIFUGGENDO DA QUALSIASI FORMA GERARCHICA

(EFESINI 1:22, 23; 4:11-13; 5:23; COLOSSESI 1:18).

CREDIAMO ALL’ATTUALITÀ E ALLA VALIDITÀ DELLE DELIBERAZIONI

DEL CONCILIO DI GERUSALEMME, RIPORTATE IN ATTI 15:28, 29; 16:4.

CREDIAMO  ALLA RESURREZIONE DEI MORTI, ALLA CONDANNA DEI

REPROBI E ALLA GLORIFICAZIONE DEI REDENTI, I QUALI HANNO

PERSEVERATO NELLA FEDE FINO ALLA FINE (ATTI 24:15; MATTEO 25:46;

24:12,13).

CELEBRIAMO IL BATTESIMO IN ACQUA PER IMMERSIONE, NEL NOME

DEL PADRE E DEL FIGLIUOLO E DELLO SPIRITO SANTO, PER COLORO

CHE FANNO PROFESSIONE DELLA PROPRIA FEDE NEL SIGNORE GESÙ

CRISTO COME LORO PERSONALE SALVATORE (MATTEO 28:18, 19;

ATTI 2:38; 8:12).

CELEBRIAMO LA CENA DEL SIGNORE O SANTA CENA, SOTTO LE DUE

SPECIE DEL PANE E DEL VINO, RAMMEMORANDO COSÌ LA MORTE DEL

SIGNORE ED ANNUNZIANDONE IL RITORNO, AMMINISTRATA A

CHIUNQUE SIA STATO BATTEZZATO SECONDO LE REGOLE

DELL’EVANGELO E VIVE UNA VITA DEGNA E SANTA DAVANTI A DIO E

ALLA SOCIETÀ (I CORINZI 11:13, 26, 29).

1- DELLE CHIESE LOCALI .

Art. 1. – Le chiesa o comunità locali della Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale  denominata “ Assemblea di Dio in Missione “ è costituita da nuclei di credenti cristiani evangelici pentecostali che professano la dottrina biblica ed accettano gli articoli di fede  descritti nella Parola di Dio e inseriti in questo regolamento.

Art. 2. – Le chiese locali si distinguono in:

  1. a) chiese regolarmente costituite;
  2. b) gruppi o chiese in via di costituzione;
  3. c) stazioni di evangelizzazione.

Art. 3. – Una chiesa locale, per essere regolarmente costituita, deve

avere:

  1. a) almeno 30 membri comunicanti;
  2. b) un Consiglio di Chiesa;
  3. c) la capacità di sopperire alle proprie spese locali ed interne, di versare, secondo le possibilità ,
  4. un’offerta mensile al fondo pro missioni e

di contribuire a qualsiasi altro programma finanziario per i fini della chiesa

approvato dall’Assemblea Generale;

  1. d) regolari riunioni di culto;
  2. e) varie attività per evangelizzazione, l’edificazione, l’insegnamento e

la formazione biblica e dottrinale dei credenti adulti, dei giovani e dei

fanciulli.

Art. 4. – Ogni chiesa locale regolarmente costituita, ha diritto alla

propria autonomia interna, sotto Cristo Gesù il Signore, Capo vivente

della Chiesa (Colossesi 1:18 Egli è il capo del corpo, cioè della chiesa; è lui il principio, il primogenito

dai morti, affinché in ogni cosa abbia il primato.)

riconoscendo i principi basilari di comunione e cooperazione

espressi nella Parola di Dio

Art. 5. – Sono considerati gruppi o chiese in via di costituzione quei

nuclei di credenti che, non avendo i requisiti di chiesa, come descritti al-

1’art. 3 del presente regolamento, abbiano almeno due regolari riunioni di

culto settimanali, presiedute da fratelli idonei, incaricati dalla chiesa più

vicina o da altri organi della chiesa

Qualora il gruppo raggiunga i requisiti richiesti per costituirsi come

chiesa, il responsabile o il pastore della comunità che ha avuto

giurisdizione sul gruppo, ne darà comunicazione al Consiglio di Chiesa  affinché ne

venga disposto il riconoscimento. `

Art. 6. – Qualora una chiesa regolarmente costituita, per due anni

consecutivi, non soddisfi ai requisiti descritti all’art. 3 del presente regola-

mento, il conduttore responsabile ne darà comunicazione al Consiglio di Chiesa

Art. 7. — Sono considerate stazioni di evangelizzazione, quei nuclei di

credenti che non abbiano i requisiti descritti agli art. 3 e 5 del presente

regolamento.

. Art. 8. — I credenti delle chiese locali si suddividono in:

  1. a) membri comunicanti le cui qualifiche sono espresse nell’art. 9 del

presente regolamento;

  1. b) membri aderenti, e simpatizzanti, credenti non battezzati in acqua o iscritti alla Scuola Domenicale che,
  2. pur non possedendo le qualifiche di cui alla lettera precedente. intervengono alle riunioni di culto e alle

varie attività delle chiese, facendo parte virtualmente della popolazione

evangelica locale.

Art. 9. — E’ considerato membro comunicante di chiesa chi:

  1. a) ha sperimentato la Nuova Nascita ,é stato battezzato per immersione nel nome del Padre, del Figliuolo e dello Spirito Santo, dopo aver fatto professione della propria fede nel Signore Gesù Cristo, come personale Salvatore e Signore, e testimonia

dell`esperienza della grazia con una vita trasformata. ubbidendo al

Signore e mantenendo una comunione personale con Cristo e con il Suo popolo;

  1. b) accetta la Parola di Dio come norma, professa i principi di fede

della Parola di Dio e vive conformemente ad essi; .

  1. c) E’ disposto a sottomettersi alla disciplina della chiesa di cui è membro;
  2. d) Contribuisce con offerte volontarie, secondo i propri mezzi, alle

necessità ed ai programmi della chiesa;

  1. e) Il membro che appartiene ad altra Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale e/o a Chiese consorelle , e decide di appartenere alla Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale ” Assemblea di Dio in Missione ”  dovrà essere  munito di lettera di presentazione da parte della Comunità di origine e , in tutti gli altri casi, su decisione del Consiglio di Chiesa , è inteso che ogni membro in visita , o che chiede di appartenere alla suddetta Chiesa  dovrà essere munito di lettera di presentazione , in caso contrario non potrà : NE TESTIMONIARE ; NE PREGARE ; NE AVERE RESPONSABILITA’

Art. 10. — il membro comunicante di chiesa ha il diritto:

  1. a) di prendere parte attiva alle riunioni di culto;

— b) di partecipare alle Assemblee di Chiesa e di esprimere il proprio

parere col voto, se ha raggiunto la maggiore età ;

  1. c) di esercitare, secondo il dono ricevuto da Dio, quelle attività di

carattere spirituale che viene incaricato a svolgere nella comunità locale,

secondo i principi stabiliti dalla Parola di Dio;

  1. d) di ricevere assistenza morale e spirituale.

II DELL’ASSEMBLEA  DI CHIESA ED ELEZIONE DEI MINISTRI

 

Ogni seduta dell’Assemblea Generale viene aperta con un breve culto o con la lettura della Parola di Dio ,

con cantici e con la preghiera.

Art. 11. — L’Assemblea di ogni chiesa, regolarmente costituita, si

compone di tutti i membri comunicanti con diritto a voto soltanto se han-

no raggiunto la maggiore età . A questa Assemblea compete:

  1. a) la scelta del Conduttore di Chiesa , se mancante ;
  2. b) l`elezione del Consiglio di Chiesa ( cioè gli Anziani se mancanti) ; ·
  3. c) l`esame delle relazioni biennali del Consiglio di Chiesa e di tutti gli

atti concernenti l’andamento della Chiesa;

  1. d) l`eventuale nomina di revisori dei conti.

Art. 12. — L’Assemblea di Chiesa è convocata entro il 30 marzo di

ogni due anni ed ogni volta che il Consiglio di Chiesa lo reputi necessario,

o quando la convocazione sia richiesta da almeno un terzo dei membri

comunicanti. L’Assemblea di Chiesa è presieduta dal Conduttore/i di Chiesa o, in mancanza di questi, da un presidente eletto, seduta stante, dall’Assemblea stessa.

Art. 13. — Secondo la norma generale espressa all’art. 10 ( a ) dello Statuto

tutti i partecipanti all’Assemblea, con voce deliberante, hanno diritto ad un solo voto ed uguali diritti. Le adunanze sono valide: in prima

convocazione, con la partecipazione della metà più uno ( 50+1 ) dei membri comunicanti;  in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei partecipanti.

Art. 14. — Quelle chiese nate dall’opera della Chiesa Cristiana Evangelica

Pentecostale ” Assemblea di Dio in Missione ” i cui Conduttori non sono designati direttamente dalla chiesa nascente , per scegliere il loro conduttore di Chiesa e Anziani ( Consiglio di Chiesa ) dovranno seguire la seguente proceduta generale:

  1. a) annunciare, almeno in tre precedenti riunioni regolari di culto,

comprese due domeniche, il giorno e l`ora stabiliti per l’Assemblea di Chiesa;

  1. b) l’Assemblea si costituisce con la partecipazione di una rappresentanza del Consiglio di Chiesa , Anziani e conduttori , della Chiesa Madre :Cristiana Evangelica Pentecostale ” Assemblea di Dio in Missione ” fraternamente invitati per

dare suggerimenti di carattere generale affinché l`elezione avvenga in conformità alle norme della Parola di Dio ,  riguardanti i conduttori di Chiesa .

 1Timoteo 3:1 Questa parola è sicura: Se uno desidera l’ufficio di vescovo, desidera un buon lavoro.

1Timoteo 3:2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, assennato, prudente, ospitale, atto ad insegnare,

1Timoteo 3:3 non dedito al vino, non violento, non avaro, ma sia mite, non litigioso, non amante del denaro;

1Timoteo 3:4 uno che governi bene la propria famiglia e tenga i figli in sottomissione con ogni decoro;

1Timoteo 3:5 (ma se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della chiesa di Dio?).

1Timoteo 3:6 Inoltre egli non sia un neoconvertito, perché non gli avvenga di essere accecato dall’orgoglio e non cada nella condanna del diavolo.

1Timoteo 3:7 Or bisogna pure che egli abbia una buona testimonianza da quelli di fuori, affinché non cada nell’ingiuria e nel laccio del diavolo.

 Tito 1:5 Per questa ragione ti ho lasciato a Creta, affinché tu metta ordine alle cose che restano da fare e costituisca degli anziani in ogni città, come ti ho ordinato;

Tito 1:6 ciascuno di loro sia irreprensibile, marito di una sola moglie, e abbia figli fedeli che non siano accusati di dissolutezza né insubordinati.

Tito 1:7 Il vescovo infatti, come amministratore della casa di Dio, deve essere irreprensibile, non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non violento, non avido di disonesto guadagno,

Tito 1:8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, padrone di sé,

Tito 1:9 che ritenga fermamente l’insegnamento secondo la fedele parola, per essere in grado di esortare nella sana dottrina e di convincere quelli che contraddicono.

 

  1. c) si eleggono seduta stante un presidente e un segretario della riunione;

e, almeno , a maggioranza assoluta. Qualora il primo scrutino non dia la

maggioranza richiesta , si procederà ad un secondo scrutino e, se questo riesce

nullo , l’elezione verrà sospesa e l’Assemblea di Chiesa sarà convocata in altra

data

  1. d) si procede a scrutinio palese alle elezioni dei collaboratori , per le elezioni si procederà secondo l’insegnamento della Parola di Dio espressa nell’Art. 14 paragrafo d. ( Tito 3:1 a 9 sopra indicato ; e Atti 14:23 ,

Atti 14:23 Dopo aver designato per loro degli anziani in ciascuna chiesa, e aver pregato e digiunato, li raccomandarono al Signore, nel quale avevano creduto.

Versione Diodati : Atti 14:23 E dopo che ebbero loro per ciascuna chiesa ordinati per voti comuni degli anziani, avendo orato con digiuni, li raccomandarono al Signore, nel quale aveano creduto.

e ) La prassi biblica sopra indicata , per designare il Consiglio di Chiesa composto da Conduttori e Anziani sarà la regola per ogni Chiesa : sia nelle Chiese costituite sia nelle Chiese nate dall’opera della Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale ” Assemblea di Dio in Missione ”

1— DEL CONSIGLIO DI CHIESA

Art. 17. — Il Consiglio di Chiesa collabora ed é responsabile con il

Conduttore/i della comunità in tutto ciò che riguarda il buon andamento

della chiesa. La sua funzione si espleta:

  1. a) Nella crescita spirituale della Chiesa , nell’esercizio dei doni dello Spirito Santo e dei ministeri , nell’esaminare le condizioni della chiesa, nell`assegnare specifici

incarichi, nella manutenzione ordinaria e straordinaria dei locali della chiesa;

  1. b) nell’amministrare e determinare l’uso delle offerte raccolte per i vari scopi;
  2. c) nell’esercitare la vigilanza su tutte le attività della chiesa;

_ d) nel presentare una relazione biennale all`Assemblea di Chiesa.

Art. 18. — Il Consiglio di Chiesa ha sedute ordinarie almeno ogni trimestre e sedute straordinarie ogni volta che il Presidente creda opportuno

convocarle o almeno un terzo dei membri del Consiglio ne faccia domanda.

Art. 19. — Il Consiglio di Chiesa è corresponsabile con il Conduttore/i

di Chiesa della conservazione dell’archivio che deve contenere

  1. a) registro statistico dei membri di chiesa;
  2. b) registro dei matrimoni celebrati con effetti civili;
  3. c) registro della contabilità;
  4. d) libro dei verbali del Consiglio e delle Assemblee di Chiesa;
  5. e) ogni altro registro o libro che si ritenga opportuno.

Art. 20. il Consiglio di Chiesa deve essere composto di almeno cinque  membri con funzioni rispettivamente di: presidente, vice presidente , consigliere, segretario e tesoriere, eletti in Assemblea di Chiesa entro il 30 marzo ogni due anni.

Poiché per consuetudine, il Conduttore/i di Chiesa, in virtù del loro

ministero e delle loro responsabilità davanti alla chiesa, devono avere funzioni

di presidente del Consiglio di Chiesa, occorrerà che ogni due anni sia

chiesto un voto di fiducia per questa specifica carica.

Se la chiesa e composta da oltre 200 membri tra comunicanti e aderenti

l’Assemblea di Chiesa ha la facoltà di aggiungere, ai suddetti tre

membri, due consiglieri ogni 100 membri comunicanti.

Art. 21. — L’elezione del Consiglio di Chiesa avviene nel modo seguente:

  1. a) nel giorno e nelle ore stabiliti e annunciati in tre precedenti riunioni regolari di culto, l’Assemblea di Chiesa si costituisce sotto la presidenza del Conduttore/i di Chiesa;
  2. b) si procede alla votazione dei consiglieri a scrutinio palese come indicato

nell’Art.14 paragrafo d , nel numero stabilito all`Art. 20 del presente regolamento;

  1. c) l’Assemblea esprime un voto di fiducia al Conduttore/i di Chiesa

per la nomina a Presidente del Consiglio di Chiesa;

  1. d) con voto di fiducia, seduta stante. o in altra Assemblea Straordinaria, si nominano tra i consiglieri eletti. il Segretario e il Tesoriere.

Art. 22. — Per essere eletti membri del Consiglio di Chiesa occorre:

  1. a) avere i requisiti descritti dalla Parola di Dio come per i diaconi e anziani: come descritto nell’Art. 14 paragrafo b,c,d,
  2. b) appartenere alla Chiesa locale almeno da due anni .
  3. c) aver compiuto il 21° anno di età.

Art. 23. — Il segretario è incaricato alla redazione dei verbali ed il

tesoriere alla tenuta dei conti relativi all’amministrazione della Chiesa.

Art. 24. — I componenti del Consiglio di Chiesa decadono dalla carica

se non intervengono, senza giustificazione, a due riunioni consecutive.

Qualora il numero dei componenti si riducesse a meno di tre membri, il

Consiglio dovrà essere completamente rieletto.

Art. 25. — Tutte le deliberazioni sono valide se adottate a maggioranza

assoluta dei voti degli intervenuti e ad assoluta parità di suffragio.

1_ DEL MINISTERIO CRISTIANO

Art. 26.Il Ministero cristiano è stabilito dalle Sacre Scritture e divinamente provveduto da Cristo Gesù unico e glorificato Signore e capo della Chiesa, allo scopo triplice della evangelizzazione nel mondo (Marco16:15-20), I’adorazione a Dio (Giov. 4:23-24) e I’edificazione dei credenti (Efesi 4:11-16).

La molteplicità dei ministeri si esprime con la vocazione divina per opera dello Spirito Santo e il riconoscimento delle chiese. Esso non costituisce uno stato diverso da quello proprio del Sacerdozio universale dei credenti.

Art. 26  I doni di Cristo glorificato per il ministero della chiesa sono quelli descritti in Efesini 4:11; Romani12:7-8; 1° Timoteo 3:1,13; 5:17; e quindi si manifestano non come titoli di distinzione ma come strumenti di guida , insegnamento, elevazione e servizio per le comunità locali e per la realizzazione degli scopi che queste si prefiggono di raggiungere insieme.

1- REQUISITI DEL MINISTERIO CRISTIANO

Art. 27. – Ogni candidato al ministero deve appartenere alla Chiesa locale almeno da due anni .

deve dare prova di aver sperimentato la nuova nascita, essere battezzato per immersione nel nome del Padre , del Figlio e dello Spirito Santo  e di aver ricevuto il battesimo nello Spirito Santo secondo  Atti 2: 4

Atti 2:1 Come giunse il giorno della Pentecoste, essi erano tutti riuniti con una sola mente nello stesso luogo.

Atti 2:2 E all’improvviso venne dal cielo un suono come di vento impetuoso che soffia, e riempì tutta la casa dove essi sedevano.

Atti 2:3 E apparvero loro delle lingue come di fuoco che si dividevano, e andarono a posarsi su ciascuno di loro.

Atti 2:4 Così furono tutti ripieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, secondo che lo Spirito dava loro di esprimersi.

Le qualifiche necessarie per il ministerio sono quelle descritte dalla Parola di Dio, in particolare nei passi seguenti: 1 Timoteo 3:1-7; Tito l:7-9.

 1Timoteo 3:1 Questa parola è sicura: Se uno desidera l’ufficio di vescovo, desidera un buon lavoro.

1Timoteo 3:2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, assennato, prudente, ospitale, atto ad insegnare,

1Timoteo 3:3 non dedito al vino, non violento, non avaro, ma sia mite, non litigioso, non amante del denaro;

1Timoteo 3:4 uno che governi bene la propria famiglia e tenga i figli in sottomissione con ogni decoro;

1Timoteo 3:5 (ma se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della chiesa di Dio?).

1Timoteo 3:6 Inoltre egli non sia un neoconvertito, perché non gli avvenga di essere accecato dall’orgoglio e non cada nella condanna del diavolo.

1Timoteo 3:7 Or bisogna pure che egli abbia una buona testimonianza da quelli di fuori, affinché non cada nell’ingiuria e nel laccio del diavolo.

 Tito 1:7 Il vescovo infatti, come amministratore della casa di Dio, deve essere irreprensibile, non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non violento, non avido di disonesto guadagno,

Tito 1:8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, padrone di sé,

Tito 1:9 che ritenga fermamente l’insegnamento secondo la fedele parola, per essere in grado di esortare nella sana dottrina e di convincere quelli che contraddicono.

  Queste possono riassumersi come segue:

  1. a) Avere fatto l’esperienza della nuova nascita
  2. b) Avere ricevuto il battesimo in acqua per immersione
  3. c) Avere ricevuto il battesimo nello Spirito Santo
  4. d) chiara evidenza della chiamata divina che si manifesta mediante il

dono, il carattere e le attitudini;

  1. e) una matura esperienza e quei requisiti che rendono idonei al ministero

cristiano, oltreché una adeguata preparazione biblica e teologica;

  1. f) possedere una sufficiente conoscenza della sana dottrina evangelica,

unita alla capacità di poter insegnare ad altri la via della salvezza;

  1. g) aver compiuto il 2l anno d’età;
  2. h) una vita morale e dei precedenti irreprensibili.

VII.  RUOLO GENERALE DEI MINISTERI

Art. 28. – La seguente regolamentazione si applica soltanto ai ministeri

della predicazione, della cura delle chiese locali e di alcuni ministeri

specializzati nelle diverse modalità in cui ciascuno di essi è rispettivamente

esercitato.

APOSTOLI

Sono quei ministri ai quali il Signore Cesù ha dato il ministero di fondare chiese

PROFETI

Sono quei ministri ai quali il Signore Cesù ha dato il ministero di

esercitare, per mezzo della predicazione profetica , quel ministero di  edificazione, esortazione e conforto, annunciando il messaggio di Dio, sotto la  potente  unzione dello Spirito Santo ( 1° Corinzi 14: 3 e versi 24 e 25  ; Efesi 2:20 , Atti 21:11

EVANGELISTI

Il ministero che include non soltanto l’annuncio della Buona   Novella, ma anche la conferma delle opere divine che seguono i servitori fedeli . L’Evangelista è colui che va in zone nuove, annuncia la Parola e lascia  che altri, organizzino la nuova comunità (Atti 8:5,14-17)

PASTORI

E’ il ministero locale di coloro che sono stati qualificati da Dio per avere cura spirituale della chiesa locale. I diversi nomi usati come sinonimi delle Scrittura per delineare il ministero pastorale ci danno una visione esatta delle sue  mansioni:

a.”Anziano (presbuteroi) = Maturità b. Vescovo (episcopo)= Autorità   

  1. Pastore (Cura)

 I Requisiti per il Pastore. 1Timoteo 3:1 a 7 ; Tito 1:5 a 9

 1Timoteo 3:1 Certa è quest’affermazione: se uno aspira all’incarico di vescovo, desidera un’attività lodevole.

1Timoteo 3:2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, capace di insegnare,

1Timoteo 3:3 non dedito al vino né violento, ma sia mite, non litigioso, non attaccato al denaro,

1Timoteo 3:4 che governi bene la propria famiglia e tenga i figli sottomessi e pienamente rispettosi

1Timoteo 3:5 (perché se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della chiesa di Dio?),

1Timoteo 3:6 che non sia convertito di recente, affinché non diventi presuntuoso e cada nella condanna inflitta al diavolo.

1Timoteo 3:7 Bisogna inoltre che abbia una buona testimonianza da quelli di fuori, perché non cada in discredito e nel laccio del diavolo.

*******************************************************************************************

Tito 1:5 Per questa ragione ti ho lasciato a Creta: perché tu metta ordine nelle cose che rimangono da fare, e costituisca degli anziani in ogni città, secondo le mie istruzioni,

Tito 1:6 quando si trovi chi sia irreprensibile, marito di una sola moglie, che abbia figli fedeli, che non siano accusati di dissolutezza né insubordinati.

Tito 1:7 Infatti bisogna che il vescovo sia irreprensibile, come amministratore di Dio; non arrogante, non iracondo, non dedito al vino, non violento, non avido di guadagno disonesto,

Tito 1:8 ma ospitale, amante del bene, assennato, giusto, santo, temperante,

Tito 1:9 attaccato alla parola sicura, così come è stata insegnata, per essere in grado di esortare secondo la sana dottrina e di convincere quelli che contraddicono.

 DOTTORI

Sono quei ministri ai quali il Signore Gesù ha dato il ministero di insegnare alla chiesa la Parola di Dio

Per costituire i credenti aventi il ministerio, vedi Art.14 con l’insegnamenti biblici .

DIACONI :

IL DIACONATO (  IL SERVIZIO NELLA CHIESA )

DIACONI              ( COLORO CHE SERVONO LA CHIESA )

Atti 6:1-7 ; 1° Timoteo 3:8-13  ; Romani 16:1-24.  

I diaconi sono fratelli o sorelle preposti a mansioni principalmente pratiche. La praticità di questo ministero non è da considerarsi separato dalla spiritualità, poiché come loro funzione i diaconi sopperiscono a bisogni importantissimi della comunità, come si vede chiaramente nei racconti che il N. T. della situazione della chiesa primitiva.

Senza i diaconi sugli anziani graverebbero ministeri ulteriori, il cui svolgimento andrebbe a scapito di altri ministeri primari quali il dottorato o il pasto rato.

Vi è una distinzione da fare tra il sacerdozio universale dei credenti e il diaconato in senso stretto. Ogni credente è un ministro, un servo (diacono) in senso generale, ma il diaconato propriamente detto è un ministero precisamente delineato ed è espletato dai credenti che hanno qualità e maturità spirituali precisamente sancite dalla Scrittura (vedi il brano già citato

di 1 Timoteo . 3:8-13).

1Timoteo 3:8 Similmente i diaconi siano dignitosi, non doppi nel parlare, non dediti a molto vino, non avidi di illeciti guadagni,

1Timoteo 3:9 e ritengano il mistero della fede in una coscienza pura.

1Timoteo 3:10 Or anche essi siano prima provati, poi svolgano il loro servizio se sono irreprensibili.

1Timoteo 3:11 Anche le loro mogli siano dignitose, non calunniatrici, ma sobrie e fedeli in ogni cosa.

1Timoteo 3:12 I diaconi siano mariti di una sola moglie e governino bene i figli e le proprie famiglie.

1Timoteo 3:13 Coloro infatti che hanno svolto bene il servizio si acquistano una buona reputazione e grande franchezza nella fede in Cristo Gesù.

Il servizio diaconato è dunque così importante e mirato che va riconosciuto dalla chiesa.

Requisiti distintivi dei diaconi

  1. Devono essere dignitosi e degni di rispetto
  2. non devono essere doppi nel parlare
  3. Non devono essere dediti a troppo vino né essere soggetti ad altre forme di schiavitù da vizio
  4. Non devono essere avidi di guadagni illeciti
  5. devono custodire la fede in una coscienza pura, ossia devono conoscere e praticare la verità
  6. devono aver già svolto altri servizi nella chiesa (devono essere provati)
  7. devono essere irreprensibili nel senso che contro di loro non deve essere possibile provare nessuna accusa, e quindi devono essere persone che conducono una vita santa.

A riguardo di questo punto è bene rammentare che una condotta compromettente da parte di chi occupa un qualunque posto di responsabilità in seno ad una chiesa locale è altamente dannosa all’opera del Signore e alla vita della chiesa stessa, in quanto essa viene immediatamente notata e pregiudica l’onore della comunità stessa, poiché chi vede dall’ esterno comportamenti riprovevoli li attribuisce non alla singola persona in quanto tale, ma all’ appartenente alla chiesa ,quasi come se comportamenti di tale specie fossero attribuibili alla scarsa moralità della chiesa stessa. Non bisogna essere occasione d’inciampo per altri credenti né offendere il nome di Dio con il nostro comportamento.

  1. devono essere di buona testimonianza da parte dei non credenti
  2. devono essere pieni di Spirito Santo
  3. devono essere pieni di saggezza

 Altre caratteristiche di tipo famigliare che i diaconi dovrebbero avere:

 

  1. Devono avere un buon governo sulla propria famiglia.

 

Inoltre per le diaconesse vi sono altre caratteristiche da tener presenti:

  1. Devono essere dignitose (come i diaconi)
  2. Non devono essere maldicenti

 

  1. Devono essere fedeli in ogni cosa, sia quindi nella propria famiglia che nella propria chiesa

Il compito dei diaconi è principalmente volto a servizi di tipo pratico nella chiesa, questo non vuol dire che i diaconi non possano avere anche servizi di coordinamento del lavoro di altri credenti che come diaconi in senso più largo, hanno anch’essi la responsabilità in seno alla chiesa di svolgere il proprio servizio e di impegnarsi praticamente nella chiesa locale.

I diaconi non vengono stabiliti in base alle necessità della chiesa o agli uffici da coprire, ma vengono riconosciuti dalla chiesa in base alle qualità manifestate.

I doni dei diaconi (Romani 12:5-8

Qui in questo brano la parola Ministero è Diaconia. Il diacono deve avere doni di misericordia verso il prossimo, opere pietose, se guardiamo a Romani 12:5-8 devono anche compiere opere di assistenza, nel senso che i doni dei diaconi lo rendono anche capace di assistere.

 L’ opera dei diaconi:

I diaconi collaborano con gli anziani in tutta la parte spirituale : nell’amministrare la Santa Cena o Cena del Signore , nell’amministrare con i conduttori o con gli anziani il battesimo in acqua  , nel portare la parola di Dio , tale collaborazione serve   per il buon andamento della comunità,

I DIACONI sono presentati e designati dalla Chiesa , secondo l’insegnamento biblico : Atti 6: 1 a 6

 Atti 6:1 In quei giorni, moltiplicandosi il numero dei discepoli, sorse un mormorio da parte degli ellenisti contro gli Ebrei, perché le loro vedove erano trascurate nell’assistenza quotidiana.

Atti 6:2 I dodici, convocata la moltitudine dei discepoli, dissero: «Non è conveniente che noi lasciamo la Parola di Dio per servire alle mense.

Atti 6:3 Pertanto, fratelli, cercate di trovare fra di voi sette uomini, dei quali si abbia buona testimonianza, pieni di Spirito e di sapienza, ai quali affideremo questo incarico.

Atti 6:4 Quanto a noi, continueremo a dedicarci alla preghiera e al ministero della Parola».

 Atti 6:5 Questa proposta piacque a tutta la moltitudine; ed elessero Stefano, uomo pieno di fede e di Spirito Santo, Filippo, Procoro, Nicanore, Timone, Parmena e Nicola, proselito di Antiochia.

Atti 6:6 Li presentarono agli apostoli, i quali, dopo aver pregato, imposero loro le mani.

I Diaconi devono essere a corrente dell’andamento della Chiesa , perchè sono gli amministratori materiali e spirituali della stessa

I Diaconi e i Collaboratori dovranno essere subordinati al Consiglio di Chiesa , Composto da Conduttori e Anziani .

VIII. DELLA DISCIPLINA DEI MINISTRI

Art. 29 Lo scopo della disciplina è quello di salvaguardare l’onore

e la purezza del ministero cristiano e deve essere esercitata con spirito di

carità e mansuetudine  per le anime , non per condannare bensì per riabilitare

( rialzare ) ( Galati 6:1 )

Art. 30 Le sanzioni disciplinari vanno dall’esortazione in privato

alla sospensione temporanea dall’attività nel ministero fino alla destituzione

ed esclusione dal Ruolo Generale dei Ministeri

Art. 31 Queste sanzioni disciplinari vengono applicate nei seguenti

casi:

  1. a) infrazioni a norme morali e disciplinari della chiesa
  2. b) inefficienza generale nel Ministero;
  3. c) incapacità a presentare in modo adeguato la nostra testimonianza

pentecostale;

  1. d) uno spirito contenzioso e settario:
  2. e) assunzione di autorità non scritturale sulla chiesa;
  3. f) dichiarato mutamento della posizione dottrinale;
  4. g) un matrimonio in violazione alla posizione biblica , riguardo al matrimonio

e divorzio; ( Vedere i casi alla luce della Parola di Dio )

  1. h) violazione dell’etica cristiana e pastorale;
  2. i) abitudine a contrarre debiti senza soddisfarli:
  3. l) un’attitudine impropria verso quanti sono stati esclusi, o si sono esclusi,

dalla comunione della chiesa

Art. 32 La disciplina dei ministri della Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale ” Assemblea di Dio in Missione ” viene esercitata  direttamente o su proposta del Consiglio di Chiesa ( e  dei comitati di Zona di giurisdizione se esiste )

Art. 33 La misura disciplinare presa nei confronti degli iscritti al

Ruolo Generale dei Ministeri può essere definita in ultima istanza, in sede

di Assemblea Generale, su richiesta degli interessati, i quali potranno

inoltrare appello tramite il Consiglio di Chiesa (  e al Consiglio Generale di Chiesa se esiste ) entro 30 giorni dalla sanzione disciplinare..

IX . DISCIPLINA PER I CREDENTI

 

ART.34  Lo scopo della disciplina è quello di salvaguardare l’onore

e la purezza del ministero cristiano e deve essere esercitata con spirito di

carità e mansuetudine  per le anime , non per condannare bensì per

riabilitare  ( rialzare ) ( Galati 6:1 )

 

ART.. 35 le riprensioni disciplinari devono essere seguite in privato dal Consiglio di

Chiesa , composto da Conduttori  ( Pastori ) e Anziani , attraverso l’amore

fraterno  e l’ esortazione , allo scopo di far rialzare

chi è caduto in fallo ed riabilitarlo portandolo a Dio  , si inviterà poi la

chiesa a pregare per il membro di chiesa .

Art. 36. — Il membro comunicante di chiesa che, ammonito con carità

cristiana trascuri abitualmente le comuni adunanze, dimostrando un disinteresse completo alla vita della comunità e continui a mantenere una condotta incompatibile con i principi d’ordine comunitario, stabiliti dalla Parola di Dio, viene cancellato dal registro dei membri comunicanti di chiesa, previa deliberazione del Consiglio di Chiesa composto da Conduttori ( Pastori ) e Anziani  che ne darà comunicazione scritta all’interessato, e sarà ritenuto membro aderente , perdendo cosi il diritto di cui all’art. 10 lettere a), b) e c) del presente regolamento.

Art. 37. — Il membro comunicante di chiesa che abbia una accertata

condotta riprovevole o dottrina che violi le norme della Parola di Dio,

secondo la natura e la gravità delle mancanze viene ammonito dal Consiglio di Chiesa composto da Conduttori ( Pastori ) e Anziani ; e temporaneamente sospeso dai privilegi di membro comunicante,o, nei casi più gravi, escluso dalla chiesa, su decisione del Consiglio di Chiesa composto da Conduttori ( Pastori ) e Anziani .

La riabilitazione della persona colpita da misura disciplinare appartiene al Consiglio di Chiesa , composto da Conduttori ( Pastori ) e Anziani , che hanno già esaminato il suo caso e che notificherà, se lo ritiene opportuno, la revoca delle sanzioni anzidette in sede di Assemblea di Chiesa.

1-CASI CHE RICHIEDONO L’APPLICAZIONE DELLA DISCIPLINA

I Casi che richiedono l’applicazione della disciplina riguardo ai credenti sono :

  1. a) infrazioni a norme morali e disciplinari della chiesa
  2. c) incapacità a presentare in modo adeguato la nostra testimonianza

pentecostale;

  1. d) uno spirito contenzioso e settario
  2. e) assunzione di autorità non scritturale sulla chiesa;
  3. f) dichiarato mutamento della posizione dottrinale;
  4. g) un matrimonio in violazione alla posizione biblica , riguardo al matrimonio

e divorzio; ( Vedere i casi alla luce della Parola di Dio )

  1. h) violazione d’etica cristiana
  2. l) un’attitudine impropria verso quanti sono stati esclusi, o si sono esclusi,

dalla comunione della chiesa

XII. CASI BIBLICI CHE RICHIEDONO L’APPLICAZIONE DELLA

DISCIPLINA SIA PER I MINISTRI CHE PER I MEMBRI DI CHIESA

ART.36 ELENCO DELLE QUESTIONI TRATTATE DALLE

SCRITTURE CHE RICHIEDONO UN’AZIONE DISCIPLINARE .

 1-A. Chiara immoralità sessuale :

1Corinzi 5:1 Si ode dappertutto dire che tra di voi vi è fornicazione, e una tale fornicazione che non è neppure nominata fra i gentili, cioè che uno tiene con sé la moglie del padre.

1Corinzi 5:2 E vi siete addirittura gonfiati e non avete piuttosto fatto cordoglio, affinché colui che ha commesso una tale azione fosse tolto di mezzo a voi.

1Corinzi 5:3 Ora io, assente nel corpo ma presente nello spirito, ho già giudicato, come se fossi presente, colui che ha commesso ciò.

1Corinzi 5:4 Nel nome del nostro Signore Gesù Cristo, essendo riuniti assieme voi e il mio spirito, con il potere del Signor nostro Gesù Cristo,

1Corinzi 5:5 ho deciso che quel tale sia dato in mano di Satana a perdizione della carne, affinché lo spirito sia salvato nel giorno del Signor Gesù.

1Corinzi 5:6 Il vostro vanto non è buono. Non sapete che un po’ di lievito fa fermentare tutta la pasta?

1Corinzi 5:7 Togliete via dunque il vecchio lievito, affinché siate una nuova pasta, come ben siete senza lievito; la nostra pasqua infatti, cioè Cristo, è stata immolata per noi.

1Corinzi 5:8 Celebriamo perciò la festa non con vecchio lievito, né con lievito di malvagità e di malizia, ma con azzimi di sincerità e di verità.

1Corinzi 5:9 Vi ho scritto nella mia epistola di non immischiarvi con i fornicatori,

1Corinzi 5:10 ma non intendevo affatto con i fornicatori di questo mondo, o con gli avari, o con i ladri, o con gli idolatri, perché altrimenti dovreste uscire dal mondo.

1Corinzi 5:11 Ma ora vi ho scritto di non mescolarvi con chi, facendosi chiamare fratello, sia un fornicatore, o un avaro o un idolatra, o un oltraggiatore, o un ubriacone, o un ladro; con un tale non dovete neppure mangiare.

1Corinzi 5:12 Tocca forse a me giudicare quelli di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro?

1Corinzi 5:13 Ora è Dio che giudica quelli di fuori. Perciò togliete il malvagio di mezzo a voi.

1-Conflitti personali irrisolti :

    Matteo 18:15 «Ora, se il tuo fratello ha peccato contro di te, va’ e riprendilo fra te e lui solo; se ti ascolta, tu hai guadagnato il tuo fratello;

Matteo 18:16 ma se non ti ascolta, prendi con te ancora uno o due persone, affinché ogni parola sia confermata per la bocca di due o tre testimoni.

Matteo 18:17 Se poi rifiuta di ascoltarli, dillo alla chiesa; e se rifiuta anche di ascoltare la chiesa, sia per te come il pagano e il pubblicano.

Matteo 18:18 In verità vi dico che tutte le cose che voi avrete legate sulla terra saranno legate nel cielo; e tutte le cose che avrete sciolte sulla terra saranno sciolte nel cielo.

Matteo 18:19 Ancora io vi dico che, se due di voi si accordano sulla terra per domandare qualunque cosa, questa sarà loro concessa dal Padre mio che è nei cieli.

Matteo 18:20 Poiché dovunque due o tre sono riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro».

C . Divisioni provocate da falso insegnamento :

Romani 16:17 Or io vi esorto, fratelli, a guardarvi da quelli che fomentano le divisioni e gli scandali contro la dottrina che avete appreso, e ritiratevi da loro;

 Romani 16:18 costoro infatti non servono il nostro Signore Gesù Cristo ma il proprio ventre, e con dolce e lusinghevole parlare seducono i cuori dei semplici.

 Tito 3:10 Evita l’uomo settario, dopo una prima e una seconda ammonizione,

Tito 3:11 sapendo che un tale è pervertito e pecca, condannandosi da se stesso.

2Tessalonicesi 3:6 Ora, fratelli, vi ordiniamo nel nome del Signor nostro Gesù Cristo, che vi ritiriate da ogni fratello che cammina disordinatamente e non secondo l’insegnamento che avete ricevuto da noi.

2Tessalonicesi 3:7 Voi stessi infatti sapete in qual modo dovete imitarci, perché non ci siamo comportati disordinatamente fra di voi,

2Tessalonicesi 3:8 e non abbiamo mangiato gratuitamente il pane di alcuno, ma abbiamo lavorato con fatica e travaglio giorno e notte, per non essere di peso ad alcuno di voi.

2Tessalonicesi 3:9 Non già che non ne avessimo il diritto, ma per darvi noi stessi un esempio affinché ci imitaste.

2Tessalonicesi 3:10 Infatti, anche quando eravamo tra di voi, vi ordinavamo questo: se qualcuno non vuol lavorare neppure mangi.

2Tessalonicesi 3:11 Sentiamo infatti che vi sono alcuni fra di voi che camminano disordinatamente, non facendo nulla, ma occupandosi di cose vane.

2Tessalonicesi 3:12 Or a tali ordiniamo, e li esortiamo nel Signor nostro Gesù Cristo, che mangino il loro pane lavorando quietamente.

2Tessalonicesi 3:13 Ma quanto a voi, fratelli, non vi stancate nel fare il bene.

2Tessalonicesi 3:14 E se qualcuno non ubbidisce a quanto diciamo in questa epistola, notate quel tale e non vi associate a lui, affinché si vergogni.

2Tessalonicesi 3:15 Non tenetelo però come un nemico, ma ammonitelo come  fratello.

  1. Falso insegnamento di ordine dottrinale

     Galati 1:8 Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi predicasse un evangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia maledetto.

     Galati 1:9 Come abbiamo già detto, ora lo dico di nuovo: Se qualcuno vi predica un evangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia maledetto.

   1Timoteo 6:3 Se uno insegna una dottrina diversa e non si attiene alle sane parole, quelle del Signor nostro Gesù Cristo e alla dottrina che è secondo pietà,

      1Timoteo 6:4 è gonfio e non conosce nulla, ma ha un interesse morboso in questioni e dispute di parole, da cui nascono invidia, litigi, maldicenze, cattivi

sospetti,

       1Timoteo 6:5 vane dispute di uomini corrotti nella mente e privi della verità, che stimano la pietà essere fonte di guadagno; da costoro separati.

  2Giovanni 9 Chi va oltre e non dimora nella dottrina di Cristo, non ha Dio; chi dimora nella dottrina di Cristo, ha il Padre e il Figlio.

  2Giovanni 10 Se qualcuno viene a voi e non reca questa dottrina, non ricevetelo in casa e non salutatelo,

  2Giovanni 11 perché chi lo saluta partecipa alle sue opere malvagie.

Art.37. E’ inteso che le parti questo statuto possono essere cambiate o aggiunte , attenendosi sempre alla Parola di Dio vera guida .

Art. 38. Questo statuto è accettato dal Consiglio di Chiesa

Questo statuto è stato stilato in 19 pagine da 1 a 19

 




Read More
TOP

NUOVO : SPORTELLO AMICO

Sportello_AscoltoNASCE SPORTELLO AMICO :

UN AIUTO SICURO , MORALE , SPIRITUALE…

 

sportello-psicologico-piedimonte-matese                  sportello-ascolto

 TELEFONACI : 347 9413392

SCRIVICI : [email protected]

OPPURE VIENI A TROVARCI ALLA :

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA PENTECOSTALE 

VIA DEL LICEO N° 3 A FOLIGNO

DOMENICA ALLE ORE 10.00

MERCOLEDì ALLE ORE 19.30

VENERDì ALLE ORE 19.30 

SABATO ALLE ORE 19.30 

Read More
TOP

LA POSSESSIONE

Come è composto il governo satanico:

I principati .Il termine greco archcas è un termine che sta ad indicare una certa organizzazione nelle forze del regno satanico ( Romani . 8:38; Colossesi. 2:15; Matteo. 12:24)

Efesini 6:12  I principati sono il livello più basso organizzazione  del regno di satana.

 

  Le potenze .Il termine greco exousias (meglio tradotto autorità) mostra come i demoni  abbiano autorità nei propri campi d’azione per eseguire i compiti as­segnati ( Efesini. 1:21; 3:10; Col. 1:16  Efesini 6:12   )Potenze  sono  capi dei principati .

 

 I dominatori. Il termine greco Kosmokratoras sta ad indicare l’intenzione di gover­nare, di controllare 2Cor. Luca 4:6,7  Efesini 6:12 ). 

Dominatori  sono spiriti posti sopra nazioni e continenti come generali, che continuano esercitare e controllare il dominio sulla terra.

Nel libro di Luca 4:5,6,7 sta scritto: Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in un attimo tutti i regni del mondo e gli disse: 4:6 “Ti darò tutta questa potenza e la gloria di questi regni; perché essa mi è stata data, e la do a chi voglio. L’affermazione del diavolo di essere capace di dare a Gesù tutti i regni del mondo  indica che come usurpatore  lui e i demoni,   non si sono ancora arresi e non sono stati ancora distrutti. :

Daniele 10:12,13

 ( Però satana ha di fronte a colui che lo ha cacciato sulla terra e prenderà lo schiaccerà col calcagno del piede)Apocalisse 12:10  Genesi 3:15)

 

Andiamo a Luca al versetto   4:7 Se dunque tu ti prostri ad adorarmi, sarà tutta tua“.(Gesù non si prostrò e non adorò satana,ma quando Gesù muore scende 3 giorni nel cuore della terra fa pubblico spettacolo di satana e dei suoi demoni. Infatti sta scritto in  Colossesi  2:14 Egli ha cancellato il documento a noi ostile, i cui comandamenti ci condannavano, e l’ha tolto di mezzo, inchiodandolo sulla croce;  2:15 ha spogliato i principati e le potenze, ne ha fatto un pubblico spettacolotrionfando su di loro per mezzo della croce.

Continuiamo con il governo di satana:

 

Forze spirituali della malvagità Il termine greco pneumatika ponerias rafforza l’idea che 1a lotta è contro esseri spirituali la cui caratteristica peculiare è la malvagità. Essi sono malvagi (Giovanni . 10:10). Sonoforze spirituali o spiriti malvagi : (che sono nei luoghi celesti) sono  spiriti di un certo livello come ufficiali intermediGiovanni 10:10 a 21

 

 Legione: ( 3.000 a 6.000 soldati ) grande moltitudine di demoni .Marco 5:9 Luca 8:30 Costoro sono comandati principi di satana. Si presentano anche come masse di ombre  nere ,sono come delle api che seguono l’ape regina (il loro principe). Per chi non conosce il Signore,quando entrano nel corpo di essere umano sono guai.

 

Nel libro di Luca sta scritto: Luca 10:17 Or i settanta tornarono con allegrezza, dicendo:

«Signore, anche i demoni ci sono sottoposti nel nome tuo».

Luca 10:18 Ed egli disse loro: «Io vedevo satana cadere dal cielo come una folgore.

Luca 10:19 Ecco, io vi ho dato il potere di calpestare serpenti e scorpioni, e su tutta la potenza del nemico,nulla potrà farvi del male.

Luca 10:20 Tuttavia non vi rallegrate del fatto che gli spiriti vi sono sottoposti, ma rallegratevi piuttosto perché i vostri nomi sono scritti nei cieli».
Nel Nuovo Testamento vengono usate tre espressioni per indicare che una persona è tormentata, influenzata o controllata da un demone:
1 )”Avere un demonio”. “Nella sinagoga si trovava un uomo che aveva uno spirito di demonio impuro” (Luca 4:33). “Gli venne incontro un uomo della città: aveva dei demoni” (Luca 8:27 lett.). Leggete anche Giovanni 7:20; 8:48; 8:52; 10:20).

2) “Avere uno spirito maligno” o “immondo”. “In quel momento si trovava nella loro sinagoga un uomo che aveva uno spirito immondo” (Marco 1:23 lett.). “Una donna la cui bambina aveva uno spirito immondo… venne e gli si gettò ai piedi” (Marco 7:25). “Uno della folla gli rispose: Maestro, ho condotto da te mio figlio che ha uno spirito muto” (Marco 9:17).

 

“Avere un demone” o “uno spirito” significa essere sotto la sua influenza, ma non necessariamente in maniera totale o continua. Lo spirito si manifesta di tanto in tanto e tormenta la persona nella quale è entrato: “…Quando si impadronisce di lui, dovunque sia, lo fa cadere a terra” (Marco 9:18); “…a fatica si allontana da lui, dopo averlo straziato” (Luca 9:39). Gli indemoniati vivono periodi di relativa tranquillità, intervallati da crisi più o meno intense; poi tornano a essere calmi, tanto da far pensare che i demoni si siano allontanati… ma non è cosí. Sono ancora lí, in attesa di manifestarsi un’altra volta per riaffermare la loro influenza sulle vittime.

 

 

·         3) “Essere indemoniato”. “La sua fama si sparse per tutta la Siria; e gli presentarono tutti i malati, colpiti da varie infermità e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarí” (Matteo 4:24 Nuova Diodati). “Poi, venuta la sera, gli presentarono molti indemoniati…” (Matteo 8:16).

 

Questa terza espressione , la più importante, viene usata 13 volte nel Nuovo Testamento. Traduce il verbo greco daimonizomai , che significa “essere abitato da un demone”. La demonizzazione è l’ultimo e il più grave stadio dell’attività demoniaca contro una persona perché comporta la presenza permanente di uno o più demoni nel suo corpo.

 

Molte versioni lo traducono erroneamente con “essere posseduto”, ma questa espressione non ne rende bene il significato perché implica che la persona posseduta “appartenga” a un altro, cioè che uno o più demoni la controllino completamente.

 

Consideriamo invece questi brani: “Mentre quei ciechi uscivano, gli fu presentato un uomo muto e indemoniato” (Matteo 9:32). “Allora gli fu presentato un indemoniato, cieco e muto; ed egli lo sanò, di modo che il cieco e muto parlava e vedeva” (Matteo 12:22). L’unico modo in cui il demonio influenzava i due uomini era di renderli entrambi muti e uno anche cieco. Quando il demone fu cacciato da Gesù, essi ritrovarono la parola e il secondo anche la vista. Sarebbe errato affermare che essi erano “posseduti” solo perché alcuni loro organi erano sotto il controllo dei demoni. Leggete anche Matteo 15:22; Marco 1:32; 5:15-18; Luca 8:36; Giovanni 10:21.
Prima di vedere cosa è la possessione , sorge una domanda : il credente può essere posseduto ?

Il credente può essere influenzato dai demoni e da satana e essere posseduto ? :

 DISTINGUERE : INFLUENZA

(OPPRESSIONE) E POSSESSIONE

L’influenza( E L’OPPRESSIONE ) demoniaca comporta il fatto che un demòne o dei demòni attacchino spiritualmente una persona e la incoraggino a un comportamento peccaminoso

(1 Pietro 5:8-9; Giacomo 4:7). CI SONO passi del Nuovo Testamento che trattano del combattimento spirituale,

(Efesini 6:10-18).

Ci viene detto di resistere al diavolo

(1 Pietro 5:8-9; Giacomo 4:7), non di scacciarlo.

 NELLA VITA DEL CREDENTE NON C’E’ COABITAZIONE

La Parola di Dio chiaramente si esprime riguardo presenza di Dio e del demonio nella vita del cristiano.

Il credente è il tempio dello Spirito Santo,1° Corinzi 3:16

ha in sé la presenza di Dio: “… il seme d’Es­so di Dio, dimora in lui …” (I Giovanni 3:8 a 10), l’avversario di Dio ed i suoi agenti non possono in alcun modo dimorare in lui.

 E’ impensabile che Dio permetta che uno dei Suoi figli, che Egli ha acquistato con il sangue di Cristo (1 Pietro 1:18-19) e trasformato in una nuova creatura (2 Corinzi 5:17), sia posseduto e controllato da un demòne. Certo, come credenti noi ingaggiamo una guerra contro Satana e i suoi demòni, ma non da noi stessi. In 1 Giovanni 4:4 è scritto: “Voi siete da Dio, figlioli, e li avete vinti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo”. Chi è Colui che è in noi? Lo Spirito Santo.

Chi è colui che è nel mondo? Satana e i suoi demòni.

 MA IL CREDENTE  PUO’ ESSERE FACILE PREDA ED ESSERE INFLUENZATO DA  SATANA E POI ESSERE POSSEDUTO

 

COME SI SPIEGA ?

Se il cristiano, vivendo una vi­ta fedele a Cristo e all’Evangelo, evidenzia manife­stazioni DI POSSESSIONE può essere che l’esperienza della salvezza  non era  un’esperienza genuina, e che invece quella persona aveva bisogno di essere sciolto da legami esistenti prima della sua conversione.

ANANIA E SAFFIRA ATTI 5:3  ; 

SIMON MAGO ATTI 8:18A24

E SE QUEL CREDENTE ERA ANCHE BATTEZZATO NELLO SPIRITO SANTO ?

… NON c’è da meravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce” (II Corinzi 11:14).

Certamente viviamo negli ultimi tempi, quando l’av­versario di Dio userà tutti i mezzi per “… sedurre, se fosse possibile, an­che gli eletti” (Matteo 24:24). Tutto questo, però, non deve intimorire nella ricerca delle esperienze spirituali genuine, perché il Signore ha messo a disposizione di ogni cristiano il “discernimento” e, se ognuno richiede a Dio saggezza, Egli fa sì che i nostri “sensi” spirituali siano “… esercitati a discernere il bene e il male” (Ebrei 5:14). La Parola di Dio esorta: “Diletti, non crediate ad ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se son da Dio …” (I Giovanni 4:1).

 VEDIAMO PERO’ QUANDO IL DIAVOLO PUO’        

 INFLUENZARE E POSSEDERE UN CREDENTE  :

 1) satana influenzava Pietro, cercava di  dissuadere Gesù nel compiere la sua missione , cioè andare alla croce redimere  il mondo dal peccato e distruggere satana stesso .

Matteo 16: 22 Pietro, trattolo da parte, cominciò a rimproverarlo, dicendo: «Dio non voglia, Signore! Questo non ti avverrà mai». 23 Ma Gesù, voltatosi, disse a Pietro: «Vattene via da me, Satana! Tu mi sei di scandalo. Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini».

 2) Coltivare ancora dei peccati

Giovanni 12: 4 ( Giuda amava il denaro ed era anche un ladro )

Gv 13:27 Allora, dopo il boccone, Satana entrò in lui. Per cui Gesù gli disse: «Quel che fai, fallo presto».

3) Il credente che non riesce a perdonare

2° Corinzi 2:10 A chi voi perdonate qualcosa, perdono anch’io; perché anch’io quello che ho perdonato, se ho perdonato qualcosa, l’ho fatto per amor vostro, davanti a Cristo, 11 affinché non siamo raggirati da Satana; infatti non ignoriamo le sue macchinazioni.              

4) Mettere la fede in una falsa dottrina

2°Cor 11:1 Vorrei che sopportaste da parte mia un po’ di follia! Ma, sì, già mi state sopportando! 2 Infatti sono geloso di voi della gelosia di Dio, perché vi ho fidanzati a un unico sposo, per presentarvi come una casta vergine a Cristo. 3 Ma temo che, come il serpente sedusse Eva con la sua astuzia, così le vostre menti vengano corrotte e sviate dalla semplicità e dalla purezza nei riguardi di Cristo.

4 Infatti, se uno viene a predicarvi un altro Gesù, diverso da quello che abbiamo predicato noi, o se si tratta di ricevere uno spirito diverso da quello che avete ricevuto, o un vangelo diverso da quello che avete accettato, voi lo sopportate volentieri. 5 Stimo infatti di non essere stato in nulla inferiore a quei sommi apostoli. 6 Anche se sono rozzo nel parlare, non lo sono però nella conoscenza; e l’abbiamo dimostrato tra di voi, in tutti i modi e in ogni cosa

NOTA : VERSO 4 UN ALTRO CRISTO :

CHI NON CREDE ALL’OPERA DI ESPIAZIONE E IL PERDONO E LA POTENZA CHE SI HA NEL SANGUE DI CRISTO.

 NOTA : QUALE E’ LO SPIRITO DIVERSO ? LEGGIAMO

1° Cor 12:1 Circa i doni spirituali, fratelli, non voglio che siate nell’ignoranza. 2 Voi sapete che quando eravate pagani eravate trascinati dietro agli idoli muti secondo come vi si conduceva. 3 Perciò vi faccio sapere che nessuno, parlando per lo Spirito di Dio, dice: «Gesù è anatema!» e nessuno può dire: «Gesù è il Signore!» se non per lo Spirito Santo.

Nella chiesa di Corinto qualcuno diceva di avere ricevuto una rivelazione dello Spirito Santo,aveva chiamato Gesù “ anatema “ “ maledetto “ .

Si era dunque posto il problema se fosse possibile riconoscere lo Spirito di Dio in una simile dichiarazione ( era forse lo Spirito di Dio ? )

                         ANCORA

1° Giovanni 4:1 Carissimi, non crediate a ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio; perché molti falsi profeti sono sorti nel mondo. 2 Da questo conoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito, il quale riconosce pubblicamente che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; 3 e ogni spirito che non riconosce pubblicamente Gesù, non è da Dio, ma è lo spirito dell’anticristo. Voi avete sentito che deve venire; e ora è già nel mondo.

4 Voi siete da Dio, figlioli, e li avete vinti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. 5 Costoro sono del mondo;

perciò parlano come chi è del mondo e il mondo li ascolta. 6 Noi siamo da Dio; chi conosce Dio ascolta noi, chi non è da Dio non ci ascolta. Da questo conosciamo lo spirito della verità e lo spirito dell’errore.

NOTA  verso 2 : alcuni falsi dottori si erano introdotti nella Chiesa affermando e insegnando che il corpo di Gesù non era reale ma immaginario per questo dice al verso 2 Da questo conoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito, il quale riconosce pubblicamente che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; 3 e ogni spirito che non riconosce pubblicamente Gesù, non è da Dio, ma è lo spirito dell’anticristo. Voi avete sentito che deve venire; e ora è già nel mondo.

1°PIETRO 5:8 Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.

                        AVVENIMENTI DEGLI ULTIMI TEMPI

 1° Timoteo 4:1 Ma lo Spirito dice esplicitamente che nei tempi futuri alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori e a dottrine di demòni, 2 sviati dall’ipocrisia di uomini bugiardi, segnati da un marchio nella propria coscienza. 3 Essi vieteranno il matrimonio e ordineranno di astenersi da cibi che Dio ha creati perché quelli che credono e hanno ben conosciuto la verità ne usino con rendimento di grazie. 4 Infatti tutto quel che Dio ha creato è buono; e nulla è da respingere, se usato con rendimento di grazie; 5 perché è santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera

 SE NON SI VINCE L’INFLUENZA :

Il credente può essere posseduto se non si sottomette a Dio, se non indossa la completa armatura di Dio , se non resiste al diavolo

 Efesi 6:10 Del resto, fortificatevi nel Signore e nella forza della sua potenza. 11 Rivestitevi della completa armatura di Dio, affinché possiate stare saldi contro le insidie del diavolo; 12 il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti. 13 Perciò prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere. 14 State dunque saldi: prendete la verità per cintura dei vostri fianchi; rivestitevi della corazza della giustizia; 15 mettete come calzature ai vostri piedi lo zelo dato dal vangelo della pace; 16 prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. 17 Prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio; 18 pregate in ogni tempo, per mezzo dello Spirito, con ogni preghiera e supplica; vegliate a questo scopo con ogni perseveranza. Pregate per tutti i santi, 19 e anche per me, affinché mi sia dato di parlare apertamente per far conoscere con franchezza il mistero del vangelo, 20 per il quale sono ambasciatore in catene, perché lo annunci francamente, come conviene che ne parli.

Giac 4:7 Sottomettetevi dunque a Dio; ma resistete al diavolo, ed egli fuggirà da voi.

LA POSSESSIONE

Questa espressione , la più importante, viene usata 13 volte nel Nuovo Testamento. Traduce il verbo greco daimonizomai , che significa “essere abitato da un demone”. La demonizzazione è l’ultimo e il più grave stadio dell’attività demoniaca contro una persona perché comporta la presenza permanente di uno o più demoni nel suo corpo

 CON QUESTO TERMINE SI FA RIFERIMENTO ALLE AZIONI DI   SATANA : SI DIVIDONO IN

DISTURBI ESTERNI

VESSAZIONI

OSSESSIONI

INFESTAZIONI esterne personali  e abitative

SOGGEZIONI

LE PORTE : DOVE SATANA PUO’ ENTRARE

COME SCACCIARE SATANA

Il  diavolo e demoni che possiedono un corpo , controllano sia il corpo , sia le capacità intellettive , mentali , affettive , volitive , della persona posseduta

DISTURBI  FISICI :

Come abbiamo visto molte malattie hanno cause di possessione satanica nei vangeli vediamo che satana aveva

 Legato una donna rendendola curva : Luca 13:11: 16

 Un ragazzo legato da uno spirito sordo , muto , epilettico e suicida

                          Marco 9: 17 a 27  e Matteo 12: 22

 Un uomo posseduto interamente nelle sue capacità intellettive , mentali , affettive , volitive ,

Aveva uno spirito di follia , di nudismo di  smarrimento , di morte e di autolesionismo e forza sovrumana Luca 8:27a 33  ; Marco 5:1 a 15

Saul ………….   Ecc .. ecc..

 

 

  • Alcune persone vivono la possessione con fenomeni
  • spesso visibili con segni sul corpo come e nello spirito :
  • Avere una forte ostilità verso Dio i credenti e la chiesa
  • Ferite
  • Abrasioni  ( raschiatura della pelle )
  • Le stigamti,

 

  •              ALTRE PERSONE VENGONO :
  • Tormentate: con tagli, graffi, spinte dalle scale, dalle finestre , scagliati in aria oppure sbattuti a terra o su una parete, trascinati per i capelli , essere gettati o spinti  nell’acqua e nel fuoco
  • Flagellate, ( battere con violenza )
  •  Bastonate,
  •  La levitazione ( sollevarsi in aria )
  •  Il cambiamento della voce, ( voce cavernosa )
  • Cambiamento del linguaggio ( la persona si può esprimere in varie lingue europee, e anche imitando il linguaggio dello Spirito Santo
  • Avere movimenti e atteggiamenti di animali ,
  • Sollevare pesi al di fuori della forza umana
  • Rivelare cose occulte
  • Se l’indemoniato è stato anche legato da maghi che gli hanno fatto ingerire sostanze, si possono verificare dei vomiti  chiamati vomiti satanici

Ap 16:13 E vidi uscire dalla bocca del dragone, da quella della bestia e da quella del falso profeta tre spiriti immondi, simili a rane.

 

  •  Durante il periodo della possessione  il soggetto può dire di tutto, ridere, offendere, minacciare .

DISTURBI ESTERNI

I DISTURBI ESTERNI SI DIFFERENZIANO DALLA VERA POSSESSIONE : IL SOGGETTO NON E’ POSSEDUTO CIOE’ IL DEMONE NON ABITA IN LUI , MA AGISCE DALL’ESTERNO

I DISTURBI ESTERNI POSSONO ESSERE GLI STESSI CHE ABBIAMO VISTO PER LA POSSESSIONE

DISTURBI ESTERNI: Sono aggressioni fisiche a una persona da parte dei

                                                                                                         demoni,

con tagli, scottature, graffi, bastonate, ,morsi, colpi che lasciano lividi, tumefazioni e piaghe a sangue, frattura di ossa, o segni incisi sulla pelle che poi scompaiono.
Rientrano in questo gruppo anche quelle sofferenze fisiche come ad esempio le stimmati, autolesioni, essere scaraventati giù dal letto o dalle scale, dalle finestre, ecc ; scagliati in aria oppure sbattuti a terra o su una parete, trascinati per i capelli.
In questi casi il Demonio agisce comunque rimanendo all’esterno della persona.

            LA VESSAZIONE :

Vessare: Maltrattare, opprimere, tormentare

 VESSAZIONE: si tratta di vari tipi di disturbi di entità media che colpiscono l’individuo (o interi gruppi) negli aspetti più cari della vita quali la salute :

NELLA PARTE PSICOLOGICA :

l’uomo è a immagine e somiglianza di Dio, il diavolo non sopporta questo e vorrebbe distruggere questa “ immagine e somiglianza “ mettendo nella mente pensieri negativi quali

NON SERVI A NIENTE

SEI UN FALLITO

NON RIESCI A NIENTE

SEI BRUTTO/A ECC…. ( causano squilibri alimentari che portano alla bulimia e anoressia

DALLA VESSAZIONE NASCONO TUTTE LE MALATTIE

PSICOLOGICHE

IL DIAVOLO USA LA VESSAZIONE (Maltrattare, opprimere, tormentare )NEGLI AFFETTI E NEI RAPPORTI FAMIGLIARI E RAPPORTI INTERPERSONALI

 litigi, incomunicabilità, freddezza, divisioni, divorzi,  

                                          risentimenti, ecc.),

Nel lavoro : aziende che falliscono improvvisamente

Il diavolo può vessare un imprenditore o un operaio fino a fare perdere il lavoro o addirittura tutti gli averi ,perché vuole che si piegano a lui per adorarlo, dopo di che il diavolo stesso li arricchisce Luca 4:6

Per ciò che è successo nella vita  di Giobbe e  la spina sul fianco di cui parla l’apostolo Paolo non rientrano nella specie delle vessazioni, in quel caso e stato il volere di Dio

1) Nel caso di Giobbe : 1: 6 a 12 ( La prova della fede  )

2) Nel caso di Paolo : 1° Corinzi 12: 7 a10

(..E perché io non avessi a insuperbire )

 L’OSSESSIONE

OSSESSIONE: dal latino “absessio” (sedersi sopra , assedio, occupazione), indica un fenomeno di oppressione riguardante la sfera psichica, che si manifesta sotto forma di immagini, idee, parole presenti alla mente al di fuori della propria volontà.

Nell’ossessione è lo stesso Demone (o più demoni) a creare un clima pesante ed opprimente, come qualcosa che incatena, schiaccia, toglie all’anima il respiro, offusca la mente, intorpidisce la volontà. Si sviluppano pensieri spesso assurdi, malvagi e blasfemi

di cui la vittima non è in grado di liberarsi per cui la persona colpita vive in un continuo stato di :

depressione, disperazione e pensieri di morte.

A volte una voce interiore suggerisce cose malvagie di ogni tipo per distruggere e scoraggiare la vittima portandola alla soglia del suicidio. La persona che vive in questo stato di oppressione può essere portata, per esasperazione, a commettere atti inconsulti.

INFESTAZIONE ABITATIVE e SOGGEZIONE

LE PRESENTI MANIFESTAZONI NON TROVANO FONDAMENTO  NELLA BIBBIA , SONO MANIFESTAZIONI RISCONTRATE NELLA STORIA DELLA CHIESA NELLE VARIE EPOCHE 

INFESTAZIONE ABITATIVE : riguarda sia gli oggetti che le case e gli animali e si verifica quando in un determinato ambiente si sono praticate:

sedute spiritiche,

messe nere,

rituali occulti

pratiche esoteriche ecc.

Anche la presenza di amuleti, oggetti magici o dedicati al Diavolo, statuette e immagini consegnate da maghi e santoni orientali può favorire tali manifestazioni.

Nota: non nascondere mai queste cose ma distruggerle : ATTI 19: 18 a 20

 Sono frequenti i casi di :

Rumori

Passi

Cigolii di catene

Schianti

Voci

Manifestazioni  fisiche

 Spesso gli inquilini di queste case non si sentono a proprio agio, sono nervose, si sentono soffocare, hanno continui malesseri fisici, dormono male, sono più soggette ai litigi con gli altri.
A volte le presenze  ambientali possono essere la conseguenza di una possessione operante sulla persona, ovunque il posseduto andrà , porterà la presenza di demoni

Ci sono dei passi biblici che ci illustrano alcune presenze di demoni in alcuni posti e ambienti

 1) Demoni che comandano le nazioni :

   Daniele 10:12 e 13;  

  Apocalisse 13:1,,10 satana comanderà le nazioni

 OGGI SATANA COMANDA LE NAZIONI EGLI E’ IL PRINCIPE DELLE TENEBRE :

 ESEMPI DI COMANDO : LE SETTE

 GLI ILLUMINATI E I MASSONI ( loggia massonica )

                         Gli illuminati

Setta satanica fondata nella prima metà del 1700 da Mayer Amschel Rothschil, ancora oggi controlla

il Sistema Bancario Internazionale.

Come dice la parola stessa gli Illuminati sono i portatori di luce,  quelli che sanno, ma la loro luce è, apparentemente, Lucifero o Satana.

Appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte.

Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi.

La loro caratteristica è quella di essere nascosti agli occhi del pubblico. Il loro albero genealogico va indietro di migliaia di anni e sono molto attenti a mantenere il loro legame di sangue di generazione in generazione senza interromperla.

Il loro potere risiede nell’occulto e nell’economia, uno dei loro motti è: “il denaro crea potere”.

Possiedono tutte le Banche Internazionali, il settore petrolifero e tutti i più potenti settori industriali e commerciali; ma soprattutto sono infiltrati nella politica e comandano la maggior parte dei governi e degli organi Sovranazionali primi fra tutti l’ONU ed il Fondo Monetario Internazionale.

Un esempio del loro modo di operare è l’elezione del Presidente degli Stati Uniti, chi tra i candidati ha più Sponsor sotto forma di soldi, vince le elezioni perché con questi soldi ha il potere di “distruggere” l’altro candidato.

E chi è che sponsorizza il candidato vincente?

Ovviamente gli Illuminati attraverso le loro molte organizzazioni di facciata, fanno in modo di finanziare entrambi i candidati, per mantenere il “gioco” vivo anche se loro hanno già deciso chi sarà il vincitore e a questo assicurano più soldi.

I loro piani sono sempre lungimiranti, sembra che Bill Clinton sia stato preparato alla missione di Presidente dagli lluminati fin da quando era giovane.

IL LORO OBBIETTIVO

 Qual è l’obiettivo degli Illuminati?

Creare un Unico Governo Mondiale ed un Nuovo Ordine Mondiale, con a capo loro stessi per sottomettere il mondo a una nuova schiavitù, non fisica, ma “spirituale” ed affermare il loro credo: l’ideologia Luciferica.

Ecco alcuni esempi operativi sulle cose da fare:

Creare la divisione delle masse in campi opposti attraverso la politica, l’economia, gli aspetti sociali, la religione, l’etnia etc … Se necessario armarli e provocare incidenti in modo che si combattano e si indeboliscano.

Corrompere (con denaro e sesso) e quindi rendere ricattabili i politici o chi ha una posizione di potere all’interno di uno stato.

Scegliere il futuro capo di stato tra quelli che sono servili e sottomessi incondizionatamente.

Avere il controllo delle scuole (licei ed Università) per fare in modo che i giovani talenti di buona famiglia siano indirizzati ad una cultura internazionale e diventino inconsciamente agenti del complotto.

Assicurare che le decisioni più importanti in uno stato siano coerenti nel lungo termine all’obiettivo di un Nuovo Ordine Mondiale.

Controllare la stampa, per poter manipolare le masse attraverso l’informazione.

Abituare le masse a vivere sulle apparenze e a soddisfare solo il loro piacere, affinchè in una società depravata gli uomini perdono la fede in Dio.

Secondo Weishaupt, mettendo in pratica le sue raccomandazioni si doveva arrivare a creare un tale stato di degrado, di confusione e quindi di spossatezza, che le masse avrebbero dovuto reagire cercando un protettore o un benefattore al quale sottomettersi liberamente.

Da qui il bisogno di costituire degli Organi Sovranazionali pronti a sfruttare questo stato di cose, fingendosi i salvatori della patria, per istituire un Unico Governo Mondiale .

Oggi gli Illuminati e i Massoni e la New Age dirigono

L’editoria della stampa

Della cinematografia

Della musica

 2) Demoni che abitano nei deserti :

Levitico 16:2 a 10  nella festa dell’Espiazione ”il capro viene mandato nel deserto, simbolicamente carico di tutti i peccati di Israele per testimoniare ad Azazel (un demone che viveva nei deserti ) l’avvenuta copertura dei peccati d’Israele

 Luca 8:26 a 29 i demoni portavano l’indemoniato nelle tombe, e nei deserti

Matteo 5:1 ci dice che i demoni lo spingevano anche sui monti

Matteo 4:1 Alla tentazione di Gesù nel deserto vediamo la presenza di satana

 Demoni che abitano nelle rovine :

 Versione Riveduta e Nuova Diodati : Isaia 13:21 ma vi riposeranno le bestie del deserto, e le sue case saran piene di gufi; vi faran la loro dimora gli struzzi, i satiri vi balleranno. 22 Gli sciacalli ululeranno nei suoi palazzi, i cani salvatici nelle sue ville deliziose. Il suo tempo sta per venire, i suoi giorni non saran prolungati.

 Versione nuova riveduta :

Isaia 13:21 ma vi riposeranno le bestie del deserto

e le sue case saranno piene di gufi;

vi faranno dimora gli struzzi,

le capre selvatiche vi balleranno.

 Versione Vecchia  Diodati

Isaia 13:21 Ma quivi giaceranno le fiere dei deserti e le loro case saranno piene di gran serpenti,e l’ulule vi abiteranno,

e vi salteranno i demoni

 Nota : I satiri sono demoni dalle sembianze di capra.

Evidentemente i demoni considerano questo luogo il loro posto di ritrovo.

I greci raffiguravano i  satiri come esseri umani barbuti con cornacoda e zampe di capra

DA NOTARE CHE STA PARLANDO DELLA DISTRUZIONE DI BABILONIA LA CITTA’ DOVE SI PRATICAVA OGNI SORTA DI INCANTESIMO E DI SPIRITISMO

 Riferimento Apocalisse 18:1a2

Ap 18:1 Dopo queste cose vidi scendere dal cielo un altro angelo che aveva una grande autorità, e la terra fu illuminata dal suo splendore. 2 Egli gridò con voce potente: «È caduta, è caduta Babilonia la grande! È diventata ricettacolo di demòni, covo di ogni spirito immondo, rifugio di ogni uccello impuro e abominevole.

SOGGEZIONE : subire gli effetti giuridici    

                      dell’esercizio del potere altrui.

E’ il caso in cui una persona sia assoggetta al potere del Diavolo in maniera volontaria, con un patto esplicito o implicito, sottomettendosi alla signoria dello stesso. E’ il caso più grave ed il Demonio, sebbene interessato principalmente a distruggere e schiavizzare l’anima a lui “dedicata”, si manifesterà in tutta la sua potenza anche nel corpo qualora la persona decida di pentirsi e di ritornare a Dio, con l’aiuto del Signore è possibile uscire anche da questa grave condizione.

PATTO COL DIAVOLO : ATTAVERSO I MAGHI E SETTE

GLI ILLUMINATI, I MASSONI , NEW AGE, SCIENTOLOGI ECC… SETTE SATANICHE CHE PROMETTONO SUCCESSO E RICCHEZZA ATTRAVERSO IL LEGAMO CON L’OCCULTO :OGGI CI SONO MOLTI PERSONAGGI :

POLITICI , ATTORI , CANTANTI ECC..CHE FANNO QUESTO PATTO .

IN CHE CONSISTE IL PATTO COL DIAVOLO :

PRATICA DELLE MESSE NERE :

SI FERISCE O TRAFIGGE UNA RAGAZZA VERGINE O UN ANIMALE

C’E’ L’INVOCAZIONE DI LUCIFERO

SI FA LA RICHIESTA ,

IL DIAVOLO PERO’ VUOLE QUALCOSA IN CAMBIO: L’ANIMA

A PATTO  STABILITO IL SOGGETTO SI SENTE FORTE , HA LA SENSAZIONE DI ESSERE POTENTE IN TUTTO

CI SONO TESTIMONIANZE CHE

DURANTE QUESTA PRATICA IL DIAVOLO APPARE

  PRATICA ATTRAVERSO I MAGHI

 NOTA : IL MAGO FA IL PATTO ATTRAVERSO INFUSI E MAGIE

 PRATICA ATTRAVERSO LA RELIGIONE

LA CONSACRAZIONE A : MARIA ; AI SANTI ECC..

DEUTERONOMIO 18:10

 DEUT 18:10 Non si trovi in mezzo a te chi fa passare suo figlio o sua figlia per il fuoco, né chi esercita la divinazione, né astrologo, né chi predice il futuro, né mago, 11 né incantatore, né chi consulta gli spiriti, né chi dice la fortuna, né negromante

GEREMIA 3:8 A 9

 LUCA 10:19 Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e su tutta la potenza del nemico; nulla potrà farvi del male.

           LE PORTE : DOVE SATANA ENTRA

NELL’OCCULTISMO :

DEUT 18:10 Non si trovi in mezzo a te chi fa passare suo figlio o sua figlia per il fuoco, né chi esercita la divinazione, né astrologo, né chi predice il futuro, né mago, 11 né incantatore, né chi consulta gli spiriti, né chi dice la fortuna, né negromante

 La cartomanzia

La cartomanzia ritiene di poter conoscere cose occulte dall’uso di carte comuni o speciali, decifrando per esempio le qualità ed il futuro di una persona, dal significato convenzionale che ogni carta rappresenta, a seconda della disposizione con cui si presentano. E’ la forma divinatoria oggi più diffusa.

 Tarocchi sono un mazzo di 78 carte dette anche “lame”, e suddivisi in 2 sottogruppi: il primo è di 22 carte illustrate con figure simboliche .

L’astrologia ( OROSCOPO )

Altra insidia è rappresentata dalla cosiddetta astrologia. La parola “astro-logia”( ASTRO-LOGOS ) significa “scienza degli astri”.

( lettura degli astri) Originariamente era sinonimo di “astronomia” e le due parole si usarono promiscuamente fino al primo secolo dopo Cristo e anche oltre. Attualmente astrologia designa una pratica che presume di determinare i vari influssi che gli astri esercitano sull’uomo, determinando il carattere delle persone, le loro scelte e le loro azioni, e i vari eventi della storia. L’astrologia è un metodo molto antico di divinazione

LO ZODIACO 2° RE 23:5  ( SPIRITO DI PITONE )

L’interpretazione dei sogni

Oggigiorno è diventata una pratica piuttosto comune il cercare di discernere il messaggio che si cela dietro ai sogni, il cercare di decifrarli per usarli come indicazioni per la nostra vita. In realtà si tratta di una pratica di divinazione molto antica (oniromanzia) che risale agli albori dell’umanità.

Nella Bibbia ci fu un tempo che le visioni non erano frequenti perché la Parola di Dio era rara 1° Samuele 3:1 a 3

NELLA Bibbia Dio parla anche attraverso i sogni e visioni

( possono avvenire o quando si dorme o quando si è svegli )

Per incoraggiare o avvertire il credente di un pericolo che si sta avvicinano a lui o ad altri , oppure attraverso il sogno Dio può far vedere dove il credente deve andare in missione e..  sia nel VT che nel NT. Ma Dio proibì di consultare coloro che si spacciavano per interpredi dei sogni Deut. 13.1 a 5;Geremia 29:8,9

La parola di Dio ci dice che anche gli idoli ,dove si nascondono i demoni possono dare dei sogni Zaccaria 10:1 a 2

I sogni sono una delle azioni dello Spirito Santo e solo lui li può rivelare Gioele 2:28,29 . Daniele 1:17;4:18;5:11 ;

Genesi 41:8 e versetti 38 a 40

Nota : Quando un credente riceve un sogno, il diavolo non ne viene a conoscenza : Matteo 2: 13 a 18 notiamo che Erode

( influenzato da satana ) voleva uccidere Gesù, ma Dio avverte Giuseppe che parte in Egitto, satana non ne sapeva niente , cosi anche al ritorno di Gesù dall’Egitto Matteo 2:19

Leggiamo anche Daniele 2:1 a 13 ( leggi v.v 9,10,11

Daniele spiega il sogno :Daniele 2:14 a 28 ( leggi v.v. 27,28 )

 

Negromanzia : parlare , evocare , invocare i morti

 Questa pratica è molta diffusa in molte religioni ………

È occultismo

Assistere ( vegliare il morto ) nel senso cattolico si prega per il morto ( negromanzia ) questa’azione apre le porte a satana è occultismo

 

TATUAGGI : Levitico 19:28  1° Re 18:28

( Versione vecchia Diodati traduce : tatuaggi

 LE RELIQUIE :

La Bibbia non insegna e non troviamo mai  che  le ossa dei morti ed altre reliquie siano investite di virtù miracolose, e che debbano essere esposte alla pubblica venerazione, baciate e portate in processione.

Questo concetto è preso erroneamente adulterando i versetti : 2°Re 13:21 ; Atti 5:15 e

Atti 19:11;12

Erano avvenimenti straordinari per sottolineare da parte di Dio la potenza del ministero di Paolo; con segni miracolosi;per la diffusione del vangelo, vediamo anche il motivo : vediamo lo scontro con il demonismo che animava l’idolatria di quella città e il giudaismo contaminato dal paganesimo, ne risultò lo smascheramento dell’esorcismo giudaico 

Atti 19: 13 ;17 e 19 )

 

Quelle manifestazioni non furono più ripetute Nelle chiese  degli Atti non troviamo la dottrina delle reliquie

 Sortilegio: leggere la sorte

Il significato odierno di sortilegio è associato a quello della magiaincantesimostregoneria;

nell’antichità consisteva nell’estrarre a sorte vari tipi di oggetti e leggere la sorte ( futuro ) della persona

Auguri:

Questa  divinazione si sviluppò presso I romani dell’epoca classica usarono i metodi etruschi di augurio, come l’epatoscopia. Gli aruspici esaminavano i fegati degli animali sacrificati.

 

Fatture : La fattura è un rituale magico o occulto, in forma di incantesimo, finalizzato a sottrarre l’energia vitale di un individuo. si distinguono diverse specie di fatture: da quelle sottrattive finalizzate ad ottenere la morte (definita fattura a morte) o la malattia (fattura di castigo o sofferenza) di un individuo, a quelle accrescitive finalizzate per esempio ad ottenere un legame d’amore, una vincita al gioco

 Le discipline olistiche

 

Le discipline olistiche intendono curare la persona nella sua interezza “corpo-mente-spirito” mediante pratiche naturali o spirituali. La maggior parte di esse si basano sulle più diverse dottrine esoteriche.

Tra le principali: omeopatia,  agopuntura, Yoga, la piramidologia, pranoterapia, riflessologia, iridologia, cristalloterapia, , Zen, Shiatsu …

 Fanno parte delle pratiche olistiche anche molte discipline di provenienza orientale tra cui: il Qi Gong, i tantra, il Tai Chi Chuan,

E’ L’ARTE DELL’ESERCIZIO EL SOFFIO VITALE E DELL’ENERGIA

e per estensione gli “stili interni” dei vari Karate, Judo, Kung Fu, Aikido, Kyudo, ecc. Queste pratiche si basano sui principi propri delle religioni orientali (Taoismo, Scintoismo e Buddhismo , collegati con idoli e con gli spiriti egli antenati e con demoni), che molto spesso i praticanti ignorano o accettano senza riserve, oppure li considerano come aspetti necessari per approfondire una particolare tecnica di guarigione dello spirito e del corpo.

Omeopatia : L’omeopatia fu fondata da Samuel Hahnemann (1755-1843) personaggio affiliato ad una loggia massonica, ed amico di Mesmer, uno dei maggiori oppositori della fede cristiana e ideatore dell’ipnosi e del “magnetismo animale”.

La validità dell’omeopatia non è mai stata dimostrata mediante esperimenti o ricerche. Gli studi condotti in base ai principi della scienza medica ne hanno viceversa dimostrato l’inefficacia. Il ricorso a prodotti omeopatici è potenzialmente pericoloso per la salute nella misura in cui può spingere i malati ad abbandonare o ritardare terapie mediche di comprovata efficacia[1][2][3].

 COS’E’ L’OMEOPATIA ?  ( DAL GRECO SIMILE )

                       IL PRINCIPIO DEL SIMILE

IL principio su cui si basano è, in un certo senso, analogo a quello dei vaccini, ovvero si curano le malattie con farmaci ottenuti da piante, sostanze animali o minerali che, se assunte in certe quantità, possono produrre sintomi analoghi a quelli che si vuole curare.

Ad esempio: per curare un’orticaria, si utilizzerà un farmaco omeopatico derivato dal veleno dell’ape, perché il veleno dell’ape, a contatto con il nostro corpo, genera una reazione analoga a quella dell’orticaria.

QUESTA nel mondo dell’occulto apre la porta a satana, nel preparare una medicina omeopatica , c’è il principio dello scotimento (dinamizzazione) cioè l’invocazione delle forze cosmiche e dello spirito guida ( fenomeni occulti )

 Il cristiano e l’Omeopatia

 L’Omeopatia si basa su un piano occulto del suo fondatore. Tuttavia molti farmacisti affermano oggi che non tutti i farmaci omeopatici vengono fabbricati secondo le procedure dell’occulto, ma non sanno specificare quali.

Dunque si impone la prudenza prima di tutto.

 ATTENZIONE ALLA SCELTA : ASSICURARSI LA PROVENIENZA 

SAPPIAMO CHE LA NATURA E’ CREATA DA DIO PER IL BENESSERE DELL’UOMO , MA IL DIAVOLO LA VUOLE CONTAMINARE

 ESEMPIO NELLA BIBBIA :  LE MANRAGOLE

Ci parla delle mandragole, pianta molto profumata, il frutto è giallo grosso come una susina  che ha molte proprietà curative, tra le quali tra le quali, nell’antichità si pensava che facilitava il concepimento . Genesi 30:14 a 16

Questa pianta possiede una radice che da l’idea del corpo umano, viene usata nella magia e per fare le fatture. Si dice che Hitler la usava durante le sedute spiritiche

 

La cristalloterapia

La dottrina su cui si basa la cristalloterapia sostiene che le pietre, i cristalli o anche le gemme contengano una carica di energia positiva capace di ristabilire il flusso energetico del corpo e della mente. La terapia consiste nell’applicare queste pietre direttamente sulle parti del corpo da curare, meglio se in corrispondenza dei chakra, cioè sui sette punti vitali-energetici che l’induismo o il tantrismo avrebbe individuato. A volte l’operatore immerge  le pietre nell’acqua che deve essere bevuta per purificare lo spirito , o si può purificare l’ambiente in cui viviamo sistemando delle pietre nella nostra casa.
L’uso delle pietre per motivi terapeutici fa parte di una lunga tradizione sciamanica, magica e occultistica; più comunemente si usano le gemme come amuleti e talismani, che avrebbero il potere di allontanare la cattiva sorte e di proteggere dagli influssi negativi.

 La cromoterapia

In questa disciplina il colore viene utilizzato come fonte di guarigione; secondo i teorici di questa terapia basta guardare il rosso o una parete azzurra per ricevere una guarigione spirituale, mentale e fisica. Si innescherebbero infatti meccanismi di auto-guarigione in grado di dare risultati immediati, a volta miracolosi.

La pranoterapia

Particolare forma di terapia basata sul supposto trasferimento

( prana : passaggio ) del soffio vitale tra il guaritore e il paziente  (nelle antiche religioni indiane, “energia vitale dell’universo”), da un individuo sano ad uno malato.
La New Age afferma che l’energia vitale dell’universo, o energia cosmica, non è altro che Dio o altri spiriti presenti nella natura

La New Age volge l’adorazione verso molti dei :

la Madre Terra , Energia Divina , Luce Divina : Sole e Luna e L’uomo stesso

Lo sciamanesimo

Lo sciamanesimo si rifà alle “religioni della natura”. Secondo questa visione del mondo “originaria”, il mondo minerale, vegetale, animale ed umano, il mondo sottile degli spiriti e delle divinità esistono uno dentro l’altro e uno per l’altro. Lo “sciamano” è una persona che intraprende un viaggio nel mondo degli spiriti aiutato dall’ingestione di particolari sostanze psicotropiche, o da specifici rituali. Durante le sedute di guarigione, alla persona da guarire vengono date delle lettere e dei suoni, delle immagini o delle erbe, scelte a seconda dei sintomi o dei problemi dichiarati, o percepiti da colui che opera il rituale di guarigione. Più la persona si sente vicina alle forze spirituali, e più cresce la fiducia, l’ottimismo, la volontà di stare bene.
Si tratta di vere e proprie sedute spiritiche in cui si possono verificare stati di trance e possessione demoniaca.

                            Shiatsu

Con il termine Shiatsu (in giapponese shi=dita, atsu=pressione) si indica una forma di terapia manuale che fu creata da T. Namikoshi: si pratica la tecnica del massaggio tradizionale giapponese, abbinandole a tecniche di terapia manuale occidentali come le mobilizzazioni articolari, lo stretching, ecc. La maggior parte dei punti in cui si agisce con il massaggio corrisponde ai meridiani dell’agopuntura cinese. Lo scopo del trattamento Shiatsu è quello di “liberare” i meridiani, cioè i canali dove scorrerebbe l’energia vitale e permettere un migliore scorrimento della stessa.

La malattia, infatti, nello Shiatsu è vista come uno squilibrio energetico, dovuto ad una “occlusione” del meridiano di scorrimento, con conseguente danno agli organi.
Lo Shiatsu ha diverse vie, tra cui lo Zen Shiatsu e lo Iokai Shiatsu.
Nei termini di approccio della medicina orientale, bisogna tenere conto che lo Shiatsu non riguarda solo i sintomi e il trattamento, ma include l’aspetto spirituale, ossia considera che la malattia deriva dall’attitudine interiore profonda dell’individuo, e la vita profonda corrisponde allo spirito.
Per questo un terapista Shiatsu ha affermato che: “la relazione clinica difficilmente potrà esprimere fino in fondo l’atmosfera di solidarietà, di intimità, di reciproca conoscenza e di consapevolezza che si sviluppa tra terapista e paziente e che rende spesso magica l’esperienza dello Shiatsu per entrambi”.

PER RAPPORTO SESSUALE

Durante l’atto le due persone sono unite

( una stessa carne : scambio del dna Genesi 2:24 ; )

 

1° Corinzi 6:16 ; Non sapete che chi si unisce alla prostituta è un corpo solo con lei? «Poiché», Dio dice, «i due diventeranno una sola carne».

 

 Efesi 5:31 ) Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diverranno una carne sola

 Una stessa carne : scambio del dna confronta

Giov 1:12,13  ma a tutti quelli che l’hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventare figli di Dio, a quelli cioè che credono nel suo nome, 13 i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d’uomo, ma sono nati da Dio.

 

si osserva che in greco :plurale :haimatôn : da sangui e in latino è sanguinibus : plurale  da sangui , l’apostolo sta dicendo che la salvezza non si trasmette attraverso il dna dei genitori , ma è personale …….

 

          VEDIAMO NELLO SPECIFICO :

LEGGIAMO IL SALMO 139 : 13 A 16

13 Sei tu che hai formato le mie reni,

che mi hai intessuto nel seno di mia madre.

14 Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo stupendo.

Meravigliose sono le tue opere,

e l’anima mia lo sa molto bene.

15 Le mie ossa non ti erano nascoste,

quando fui formato in segreto

e intessuto nelle profondità della terra.

16 I tuoi occhi videro la massa informe del mio corpo

e nel tuo libro erano tutti scritti

i giorni che mi eran destinati,

quando nessuno d’essi era sorto ancora.

 

DESCRIVE IL CONCEPIMENTO DEL BAMBINO LEGGIAMO IL TERMINE FORMATO CI RIPORTA ALLA CREAZIONE IN GENESI 2:7 Dio il SIGNORE formò l’uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito vitale e l’uomo divenne un’anima vivente.    

                                       QUESTO E’

QUELLO CHE ACCADE NEL MOMENTO DEL CONCEPIMENTO : DIO METTE NELL’EMBRIONE ( LA MASSA INFORME ) L’ANIMA E IL SOFFIO DELLO SPIRITO PER FARLA VIVERE, E’ IN QUEL MOMENTO CHE SE I DUE CONIUGI SONO CRISTIANI PROTEGGONO IL BAMBINO ( DA LI FINO ALLA NASCITA E OLTRE ) MA SE UNO DEI DUE E’  SOTTO L’INFLUENZA DEMONIACA E’ POSSIBILE CHE I DEMONI VADANO AD ALBERGARE NELL’ANIMA NON PROTETTA DEL BAMBINO

 

QUESTO E’ BIBLICO : COMMENTA I SEQUENTI PASSI

GIOVANNI 9:1 A 6 ; E 34 :

 

Nel VT e nel NT si credeva che le colpe dei padri si cadevano  sui figli :

Esodo 20:1 Allora DIO pronunziò tutte queste parole, dicendo: 2 «Io sono l’Eterno, il tuo DIO, che ti ha fatto uscire dal paese d’Egitto, dalla casa di schiavitù. 3 Non avrai altri dèi davanti a me. 4 Non ti farai scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù nei cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. 5 Non ti prostrerai davanti a loro e non le servirai, perché io, l’Eterno, il tuo DIO, sono un Dio geloso che punisce l’iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano.

 

Ezechiele poi dirà che uno raccoglie ciò che semina : ognuno è responsabile di se stesso Ezekiele 18: 1 a 13 , così come nel tempo della grazia ognuno è responsabile di se stesso

 

Così si credeva che se uno o tutte e due i genitori vivevano nel peccato, il peccato si poteva trasferire nel corpo del bambino con un legame  una malattia ecc Ma Gesù sottolinea che quella malattia non era opera del peccato, però fa capire che lo spirito del peccato si può trasferire …

Per questo motivo penso che Dio nel VT vietasse il matrimonio con popoli pagani, l’idolatria era così forte che quei popoli vivevano nel più profondo occultismo Deut. 7:a 7

 

Le abominazioni Deut. 18:

IL CONCETTO DI PAOLO

Lo stesso concetto lo sviluppa Paolo in 2° Corinzi 6:14-18

14 Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo che non è per voi; infatti che rapporto c’è tra la giustizia e l’iniquità? O quale comunione tra la luce e le tenebre? 15 E quale accordo fra Cristo e Beliar? O quale relazione c’è tra il fedele e l’infedele? 16 E che armonia c’è fra il tempio di Dio e gli idoli? Noi siamo infatti il tempio del Dio vivente, come disse Dio:

 

Paolo qui fa un appello ai Corinzi perché diano un taglio all’idolatria. Devono rompere con i peccati della carne. Devono essere separati dalla mondanità che li circonda.

Ai tempi del Vecchio Testamento, sotto la Legge di Mosè, Dio diede una legge al suo popolo, che

era composto maggiormente da agricoltori. Disse che non dovevano mettere sotto lo stesso giogo un bue ed un asino.

DEUTERONOMIO 22:10 :  Non lavorerai con un bue e un asino aggiogati insieme.

Avrebbero messo insieme animali del tutto differenti i quali non possono lavorare insieme

 

Uno era un animale puro ( BUE ), l’altro era un animale impuro.

Qui Dio sta parlando ai credenti, e sta dicendo che un credente non deve mettersi sotto lo stesso

giogo di un non credente.

 

Come fanno due persone ad essere sotto lo stesso giogo?

In qualsiasi tipo di unione: matrimonio, soci in affari, amicizia stretta.

Il matrimonio è certo un giogo che unisce due persone. Due persone con una fede diversa non

dovrebbero sposarsi; non possono tirare insieme l’aratro verso il medesimo obiettivo, perché hanno due obiettivi diversi.

Non significa che non possiamo avere comunione con persone che fanno le cose un po’diversamente da come le facciamo noi Paolo sta parlando in modo molto chiaro di credenti e non credenti e non di altri credenti che vedono le cose in modo diverso da noi. Paolo menziona in modo specifico l’idolatria. Il

tempio di Dio non ha nulla a che fare con gli idoli. Dov’è il tempio di Dio? Oggi il tempio di Dio è il corpo di ogni credente.

Noi siamo il tempio dello Spirito Santo. Colui nel quale Dio vive ed opera, non può essere in accordo con gli idoli.

Paolo fa appello ai cristiani per la separazione e la purificazione.

Non devono avere nulla a che fare con l’idolatria.

Devono essere separati dalla mondanità e dallo

spirito del mondo che può penetrare nelle chiese e nella vita dei credenti

Nota  belial o beliar : Satana  2Cor 6:15. È una parola ebraica con significato : empio, abominevole, scellerato.

 

ALTRE PORTE APERTE  :

 

IL CARNEVALE ;

Nel mondo antico, romano, la festa in onore della dea egizia Iside, importata anche nell’impero Romano, comporta la presenza di gruppi mascherati, come attesta lo scrittore Lucio Apuleio nelle Metamorfosi (libro XI). Presso i Romani la fine del vecchio anno era rappresentata da un uomo coperto di pelli di capra, portato in processione, colpito con bacchette e chiamato Mamurio Veturio[5]. Durante le antesterie passava il carro di colui che doveva restaurare il cosmo dopo il ritorno al caos primordiale.[6] In Babilonia poco dopo l’equinozio primaverile veniva riattualizzato il processo originario di fondazione del cosmo, descritto miticamente dalla lotta del dio salvatore Marduk con il drago Tiamat che si concludeva con la vittoria del primo.

Durante queste cerimonie si svolgeva una processione nella quale erano allegoricamente rappresentate le forze del caos che contrastavano la ri-creazione dell’universo, cioè il mito della morte e risurrezione di Marduk, il salvatore. Nel corteo c’era anche una nave a ruote su cui il dio Luna e il dio Sole percorrevano la grande via della festa – simbolo della parte superiore dello Zodiaco – verso il santuario di Babilonia, simbolo della terra. Questo periodo, che si sarebbe concluso con il rinnovamento del cosmo, veniva vissuto con una libertà sfrenata e un capovolgimento dell’ordine sociale e morale.

 HALLOWEEN  ECC.

 MUSICA CON RADICI DI VIOLENZA, DROGA , PROSTITUZIONE , E MESSAGGI SUBLIMINALI SATANICI

 FILM CON MESSAGGI DI ORRORE, PAURE, SATANISMO ECC.

 PROGRAMMI CHE INCORAGGIANO L’IDOLATRIA ECC

 Amuleti e segni

 L’essenza delle religioni buddista e induista (rispetto al cristianesimo , religioni pagane) , ad uno studio attento da parte di studiosi cristiani s’è rivelato come collegamento diretto coi demoni, una contaminazione col mondo degli spiriti. Non si contano i casi di possessione demoniaca in guru induisti e buddisti. Questi due simboli sono stati scoperti da alcuni “specialisti” cristiani come delle “porte d’accesso” degli spiriti nelle anime di chi li invoca.

 

 occhio-triangolo-dio

 

 

yin e yang ( nero e bianco ; la lotta tra la luce e 

                                                                            le tenebre )

 1512362_696877793677504_1361991407_n

 

 

 

                 

 

 

images (3)

 

Marte e venere : maschio e femmina     

 

 

 

 

 

pentacoNO DI SATANA

 

 

Pentagono di satana Punta in giù : la   

                negatività sparisce ; punta in su la positività aumenta

 

 

               

310px-Poseidon_sculpture_Copenhagen_2005

 

3175DsPQbFL

 

images (4)

 

MANI

download (2)

 

4-simboli-pagani-nel-cattolicesimo-19-638

 

 

 

 

 

IL TRIDENTE 

       POSEIDDONE  è il dio del mare e dei terremoti e maremoti

 LA MANO CHE BENEDICE :questo gesto viene usato     dalla religione per benedire

 

 

 

nero9

 

194329208-750bcbc7-8c29-4991-bf1d-589d390faea1

 

 

 

 

 

LA CROCE SATANICA : IL CROCIFISSO PERDENTE , SCARNO  SUL TRIENTE : NELLE MESSE NERE VIENE USATA PER IL RAPPORTO SESSUALE

LA BIBBIA CI DICE CHE IL CORPO DI GESU’ RIMASE INTATTO NON ANDO’ IN VIA DI DEGRADO

 

 

 

 images (6)

 

 

TAU Il, simbolo e principale concetto della filosofia cinese, significa Via e/o Sentiero USATO DA SAN FRANCESCO Nel Medioevo, la fede popolare nel Tau vedeva si un simbolo di vita ed un segno di salvezza, ma vi scorgeva anche un mezzo magico e miracoloso per preservarsi dalla peste e da ogni potenza nemica . Lo si portava come anello al dito oppure come amuleto appeso al collo. Il Tau, poi, veniva scritto su filatteri, su pergamene contro la peste, su “benedizioni di sant’Antonio”, e dipinto pure sulle porte e sui muri… Non tutto e’ biasimevole in queste consuetudini. Francesco ne utilizzera’ alcune, evitando con cura gli eccessi e l’attribuzione di ogni potere.images

 

 

 download

 

 

LA CROCE UNCINATA : il sole che ruota nel cielo

( potere dell’uomo NELL’UNIVERSO

 

 

abracadabra

 

abbracatabra :

  • Una parola proveniente dall’aramaico Avrah KaDabra che significa Io  creerò come parlo : si riferisce alla trinità creatrice : acronimo : PADRE FIGLIO SPIRITO SANTO
  • proveniente dall’ebraicoha-bĕrakāh dabĕrāh ossia pronunciare la benedizione

 NELLA MAGIA : SCACCIA LA NEGATIVITA’ E LE MALATTIE

 

          NELLA BIGIOTTERIA  

il_570xN.746738063_t4cd

 

images

 ankh (1)

 LA CROCE EGIZIA

  è un antico simbolo sacro egizio che essenzialmente simboleggia la vita. Gli dèi sono spesso raffigurati con un ankh in mano, o portato al gomito, oppure sul petto. In funzione di geroglifico l’ankh, oltre che significare “vita”, assume diverse sfumature, in base al contesto in cui è inserito, sebbene sempre con caratteri mistici e religiosi.

 

 

 

imagesx

 

LA CROCE AL CONTRARIO : RIBELLIONE  A CRISTO

 

 

 

 

images (1)

 

 

 

 

 

 

 

scarabeo lapislazzuloScarabeo idolo egizio ADORATO COME UN DIO :

vita e rinascita

CI SONO POI UNA GRANDE INFINITA’ I SEGNI E AMULETI ; I CREDENTI DEVONO AVERE DISCERNIMENTO NELLINDOSSARLI

images (1)imagesx

Immagine1

Immagine2Immagine3

Handmade-925-silver-the-thousand-hand-kuan-yin-buddha-font-b-amulet-b-font-font-b

 

 

 

 

 

 

Immagine1

 

 

 

 

 

 

 

 COME LIBERARE UN INDEMONIATO ?

In questo studio abbiamo visto che ci sono due tipi di possessione

 1) INFLUENZA

(OPPRESSIONE) E POSSESSIONE

   Legami spirituali

L’influenza( E L’OPPRESSIONE ) demoniaca comporta il fatto che un demòne o dei demòni

attacchino spiritualmente una persona e la incoraggino a un comportamento peccaminoso .

I legami spirituali possono essere legati all’occulto,come abbiamo visto in questo studio ,

o legami visivi ( vizi ) droga, alcool, ecc… in Questo caso se il legato o l’oppresso è cosciente possiamo agire in questo modo :

1) fare conoscere al soggetto colui che lo può liberare

Gv 8:32 conoscerete la verità e la verità vi farà liberi».

Gv 8:36 Se dunque il Figlio vi farà liberi, sarete veramente liberi.

Satana è il padre della menzogna Giov. 8:44 e Gesù è la verità quindi la prima cosa che deve capire la persona è che ha bisogno della liberazione.

2) deve capire che il suo comportamento è sbagliato e che ha bisogno i ravvedimento, questo è essenziale se la porta d’ingresso è stato  il peccato ( demoni i vizi ,ira, occultismo ecc.. )

I PASSI SONO1) CONFESSARE

2) RINUNCIARE

3) RAVVEDERSI

2) Deve capire quanto è prezioso per Dio: questo è importante per la guarigione dell’anima  e ci sono   spiriti di rigetto . E’ anche importante quando si devono scacciare spiriti di paura, in quanto l’amore perfetto caccia via la paura 1°Giovanni 4:18 ,fargli capire CHE DIO E’ AMORE

3) Deve capire la vittoria e l’autorità completa di Gesù, deve ricevere la liberazione credendo nella potenza del Nome di Gesù.

4) Deve capire l’importanza di una sottomissione totale a Gesù e la necessità di una vita santa per rimanere nella libertà.

5) Deve inoltre capire l’importanza di perdonare chi lo ha ferito,maltrattato o maledetto . Il perdono apre la porta alla guarigione interna e alla liberazione

  AFFRONTARE IL NEMICO

 LIBERAZIONE DELL’INDEMONIATO

( ALCUNI DI QUESTI PASSI SI DEVONO USARE ANCHE QUANDO IL SOGGETTO, NON POSSEDUTO,HA DEI LEGAMI .

 E’ BUONO CHE UNA PARTE DELLA CHIESA SI RIUNISCA PER SOSTENERE CHI STA PER AFFRONTARE IL DEMONE

 IL DEMONE DEVE ESSERE AFFRONTATO SOLO DA COLORO CHE SONO STATI BATTEZATI NELLO SPIRITO SANTO ( SE CI SI TROVA IN CASA DELLA PERSONA OCCORRE FARE USCIRE I FAMIGLIARI

ATTI 1: 8 Ma riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in
Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all’estremità della terra».
1° CORINZI 12 ( I DONI E LA POTENZA DELLO SPIRITO SANTO ) 

 1) METTERSI SOTTO LA PROTEZIONE DEL SANGUE DI GESU’:

TU, LA TUA FAMIGLIA ,

LA FAMIGLIA  DELL’INDEMONIATO

 Gesù ha portato il suo stesso sangue — in presenza dell’Iddio santissimo, e lo ha presentato per la remissione di tutti i peccati, per chiunque crede in Lui, in tutti i tempi. È stata l’ultima aspersione! La Sacra Scrittura dice riguardo questa azione:

(Ebrei 9:12).Non con sangue di capri e di vitelli, ma con il proprio sangue entrò una volta per sempre nel santuario, procurandoci così una redenzione eterna!”

CRISTO E’ ENTRATO NEL SANTUARIO DEL CIELO PORTANDO IL SUO SANGUE DAVANTI A DIO

(Ebrei 9:24). “Cristo infatti non è entrato in un santuario fatto da mani d’uomo, figura di quello vero, ma nel cielo stesso, per comparire ora al cospetto di Dio in nostro favore”

1° Pietro 1:2 ;

2 eletti secondo la prescienza di Dio Padre, mediante la santificazione dello Spirito, a ubbidire e a essere cosparsi del sangue di Gesù Cristo: grazia e pace vi siano moltiplicate.

 Cristo è il Signore della tua vita, allora gli stipiti del tuo cuore sono stati spruzzati con il  Suo sangue. E questi spruzzi non sono per il perdono solamente — ma anche per protezione!

Quando venite spruzzati, siete sotto la totale protezione del sangue di Gesù, contro tutte le potenze distruttive di satana. Quando le sue potenze vedono il sangue di Cristo negli stipiti del tuo cuore, dovranno per forza passare oltre. Non possono toccarti – essi non possono toccare nessuno di quelli che sono stati spruzzati col sangue di Cristo!

ESODO 12:23      ( SI E’ COMPIUTO IN CRISTO )

NOTA

Gesù ha portato in paradiso il suo proprio sangue per noi! E non è conservato là come un semplice atto da ricordare, ma è spruzzato su tutti coloro che per fede vengono a Lui!

 2) PREGA CHE SCENDA L’UNZIONE DELLO SPIRITO    SANTO

SEI RIVESTITO DELLA COMPLETA ARMATURA :

EFESI 6:11 11 Rivestitevi della completa armatura di Dio, affinché possiate stare saldi contro le insidie del diavolo

 

armatura

 

 

ORA PRENDI POSIZIONE STAI AFFRONTANDO E LEGANDO L’UOMO FORTE ( SATANA ),

QUINDI DEVI ESSERE ANCORA  PIU’ FORTE :  MATTEO 12:28 A  29       

Nessuno può entrare nel palazzo di un uomo ricco e forte per derubarlo se prima non ha legato lo stesso proprietario togliendogli ogni facoltà per nuocere , la parabola di Gesù ci dice che il proprietario della casa è stato soggiogato da uno più potente di lui , satana vuole dominare il mondo , è entrato in possesso dei corpi umani e li tiene legati .

 Ci vuole qualcuno più forte di chi si vuole cacciare e vincere e questo

potere appartiene a Gesù A Dio allo Spirito Santo e alla CHIESA

QUESTI SONO COLORO CHE METTONO IN CATENE    

SATANA E TUTTI I DEMONI :

 EFESI 3:8 a 12

  8 A me, dico, che sono il minimo fra tutti i santi, è stata data questa grazia di annunciare agli stranieri le insondabili ricchezze di Cristo 9 e di manifestare a tutti quale sia il piano seguito da Dio riguardo al mistero che è stato fin dalle più remote età nascosto in Dio, il Creatore di tutte le cose; 10 affinché i principati e le potenze nei luoghi celesti conoscano oggi, per mezzo della chiesa, la infinitamente varia sapienza di Dio, 11 secondo il disegno eterno che egli ha attuato mediante il nostro Signore, Cristo Gesù; 12 nel quale abbiamo la libertà di accostarci a Dio, con piena fiducia, mediante la fede in lui.

  IL TUO ATTEGGIAMENTO : IL DEMONE  TI VEDE ,

DEVI ASSUMERE UN ATTEGGIAMENTO DI AUTORITA’

 CON LA VOCE : DEVE  ESSERE AUTORITARIA

E IL TONO SICURO  NON AVERE SENSAZIONI DI PAURA ( MATTEO 17:18 ; MARCO 1:25 ; MARCO 9:25

LUCA 4:35 ; LUCA 4:39 ; LUCA 9:42 ; LUCA 9:55

( GESU’ SGRIDA I DEMONI )

( DEVI RIDURRE IL DEMONE IN UBBIDIENZA :

2° CORINZI 10:3 Infatti anche se camminiamo nella carne, non guerreggiamo secondo la carne, 4 perché le armi della nostra guerra non sono carnali, ma potenti in Dio a distruggere le fortezze, 5 affinché distruggiamo le argomentazioni ed ogni altezza che si eleva contro la conoscenza di Dio e rendiamo sottomesso ogni pensiero all’ubbidienza di Cristo ( CONFR. EFESI 6:10 A 17)

 NON DIALOGARE MAI CON IL DEMONE

NON TOCCARE LA PERSONA

 DURANTE LA LIBERAZIONE POSSONO ACCADERE FENOMENI DEMONIACI :

LEVITAZIONE ; CAMBIAMENTO DELLA VOCE ; BESTEMMIE ;

INSULTI, ECCC. NON SPAVENTARTI, OPPURE CI SONO DEMONI CHE

NON FANNO QUESTE COSE , AMANO PARLARE E

ADULARE PERCHE’ TI CONOSCONO

LUCA 4:41 Anche i demòni uscivano da molti, gridando e dicendo: «Tu sei il Figlio di Dio!» Ma egli li sgridava e non permetteva loro di parlare, perché sapevano che egli era il Cristo.

 LUCA 8:28 Appena vide Gesù, lanciò un grido, si inginocchiò davanti a lui e disse a gran voce: «Che c’è fra me e te, Gesù, Figlio del Dio Altissimo? Ti prego, non tormentarmi».

 ATTI 17:17 Costei, messasi a seguire Paolo e noi, gridava: «Questi uomini sono servi del Dio altissimo, e vi annunciano la via della salvezza».

ATTI 19:13 Or alcuni esorcisti itineranti giudei tentarono anch’essi d’invocare il nome del Signore Gesù su quelli che avevano degli spiriti maligni, dicendo: «Io vi scongiuro, per quel Gesù che Paolo annuncia». 14 Quelli che facevano questo erano sette figli di un certo Sceva, ebreo, capo sacerdote. 15 Ma lo spirito maligno rispose loro: «Conosco Gesù, e so chi è Paolo; ma voi chi siete?»

 USA AUTORITA’ E FAI TACERE I IL DEMONE

      CHIEDI SOLO IL SUO NOME

( E INDIVIDUA IL CAPO NEL CASO CHE SIANO IN MOLTI, I DEMONI HANNO UNA  GERARCHIA

MARCO 5:9 Gesù gli domandò: «Qual è il tuo nome?» Egli rispose: «Il mio nome è Legione perché siamo molti».

Atti 16:16 a 18

Leggiamo dalla Versione Vecchia Diodati

16 Or avvenne, come noi andavamo all’orazione, che noi incontrammo una fanticella, che avea uno spirito di Pitone, la quale con indovinare facea gran profitto a’ suoi padroni. 17 Costei, messasi a seguitar Paolo e noi, gridava, dicendo: Questi uomini son servitori dell’Iddio altissimo, e vi annunziano la via della salute. 18 E fece questo per molti giorni; ma, essendone Paolo annoiato, si rivoltò, e disse allo spirito: Io ti comando, nel nome di Gesù Cristo, che tu esca fuor di lei. Ed egli uscì in quello stante.

 PAOLO CONOSCEVA LO SPIRITO

NOTA : IN UN CORPO CI POSSONO

ESSERE PIU’ DI UN DEMONE

Uno spirito immondo ( demone ) : Marco 3:30

Sette demoni : Marco 16:9 ; Luca 8:2

Un esercito di demoni    ( Legione ca. 6.000 demoni ) : Marco 5: 9

DISCERNI : SE LA PERSONA E’ LEGATA  DA UNO SPIRITO DI  MALATTIA SCACCIALO CHIAMANDOLO PER NOME

Marco 9:25 ……

25 Gesù, vedendo che la folla accorreva, sgridò lo spirito immondo, dicendogli: «Spirito muto e sordo, io te lo comando, esci da lui e non rientrarvi più». 26 Lo spirito, gridando e straziandolo forte, uscì; e il bambino rimase come morto, e quasi tutti dicevano: «È morto». 27 Ma Gesù lo sollevò ed egli si alzò in piedi.

 USA LE ARMI DI PROTEZIONE E DI OFFESA

DELLA COMPLETA ARMATURA

 USA LA FEDE : ( LO SCUDO : PROTEZIONE  )  EFESI 6:16

DEVI SAPERE CON CERTEZZA CHE HAI AUTORITA’ DI QUELLO CHE STAI FACENDO

USA LA PAROLA  ( LA SPADA DI OFFESA )  EFESI 6:17

SE IL DEMONE  PARLA O TI CONTRADDICE , NON PARLARE DEL TUO USA LA PAROLA ( STA SCRITTO )

ESEMPIO : SE IL DEMONE DICE DIO NON TI AMA USA LE SCRITTURE CHE PARLANO D’AMORE , LUI HA PAURA DELLA PAROLA .

RICORDA AL DEMONE

CHE LUI E’ SCONFITTO

GIOV 12:31 ; COLOSSESI 2:14,15  ; EBREI 2:14 ; APOC.12:10

 USA IL NOME DI GESU’

(Giovanni 16: 23). “In verità, in verità vi dico che tutto ciò che domanderete al Padre nel mio Nome, egli ve la darà”

 Filippesi 2:5 a 11  Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù, 6 il quale, pur essendo in forma di Dio, non considerò l’essere uguale a Dio qualcosa a cui aggrapparsi gelosamente, 7 ma svuotò se stesso, prendendo forma di servo, divenendo simile agli uomini; 8 trovato esteriormente come un uomo, umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce. 9 Perciò Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni nome, 10 affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra, e sotto terra, 11 e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre.

Marco 16:17 Questi sono i segni che accompagneranno coloro che avranno creduto:

nel nome mio scacceranno i demòni; parleranno in lingue nuove;

 LUCA 10 :19 Ecco, io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e su tutta la potenza del nemico; nulla potrà farvi del male.

 Colossesi 3: 17). “Tutto quello che farete in parole ed opere, tutto si compia nel nome del Signore Gesù”.

 ATTI 8:5 A 7 ; Filippo predica Cristo

 ATTI 16:18    ; Paolo usa il nome di Gesù

 3) QUINDI LEGA IL DEMONE NEL NOME I GESU’,

      ( SE SONO IN MOLTI : LEGA IL CAPO E POI GLI ALTRI )

 4) SPEZZA L’AUTORITA’ DEL DEMONE, SPEZZA QUALSIASI LEGAME CHE HA LA PERSONA .

 5) RICORDA AL DEMONE CHE IL SANGUE DI GESU’ E’ STATO

    SPARSO PER SCONFIGGERLO

 6)  COMANDA AL DEMONE DI ANDARE NEL LUOGO 

     PREPARATO PER LUI  ( MATTEO 25:41 )

ASCOLTA LO SPIRITO SANTO PER TUTTO IL TEMPO

 ABBI DISCERNIMENTO :

IL DEMONE /DEMONI A VOLTE FANNO FINTA DI USCIRE MA IN REALTA’ SI POSSONO NASCONDERE ADDIRITTURA POSSONO EMULARE LE LINGUE DELLO SPIRITO SANTO

 PREGA IL SIGNORE AFFINCHE’ LI SMASCHERI

A FINE LIBERAZIONE

PREGA CHE IL SIGNORE RIEMPIA IL VUOTO CON LO  SPIRITO SANTO

PERCHE’  IL DEMONE VA IN GIRO E VUOLE RIENTRARE

 MATTEO 12:43 A 45       1° PIETRO 5:8             

  NOTA

SE SONO DEMONI POTENTI FARE DIGIUNO E PREGHIERA :

          MATTEO 17:21

21 Questa specie di demòni non esce se non per mezzo della preghiera e del digiuno».

                                    NOTA

DISTRUGGERE TUTTI I SEGNI E AMULETI DI ORIGINE OCCULTA

2° Re 23:4 a 6; 2° Re 23:15

    ATTI 16:13 A 20  Or alcuni itineranti esorcisti Giudei tentarono di invocare il nome del Signore Gesù su coloro che avevano gli spiriti maligni, dicendo: «Vi scongiuriamo per Gesù, che Paolo predica!». 14 E quelli che facevano questo erano sette figli di un certo Sceva, un capo sacerdote giudeo. 15 Ma lo spirito maligno rispose e disse: «Io conosco Gesù e so chi è Paolo, ma voi chi siete?». 16 Quindi l’uomo che aveva lo spirito maligno si avventò su di loro e, sopraffattili, fece loro tal violenza che fuggirono da quella casa, nudi e feriti. 17 Or questo fu risaputo da tutti i Giudei e Greci che abitavano ad Efeso, e furono tutti presi da paura, e il nome del Signore Gesù era magnificato. 18 E molti di coloro che avevano creduto venivano a confessare, e a dichiarare le cose che avevano fatto. 19 Molti di coloro che avevano esercitato le arti occulte radunarono assieme i libri e li arsero in presenza di tutti; e, calcolatone il prezzo, si trovò che ammontava a cinquantamila pezzi d’argento. 20 Così la parola di Dio cresceva potentemente e si affermava.

 SE LA LIBERAZIONE AVVIENE IN CASA DELLA PERSONA

E’ BUONO FARE RIENTRARE LA FAMIGLIA E PREGARE PER I FAMIGLIARI

 FINE

Read More
TOP

SPEZZIAMO LE CATENE

SPEZZIAMO OGNI CATENA DEL PECCATO


Read More